L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Primi piatti

CARBONARA CON GIOTTO

14 Aprile 2018 - Visite (836)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    2
  • Cottura
  • Preparazione

Da sempre esiste una diatriba per quanto riguarda gli ingredienti della "carbonara" , guanciale o pancetta???? Eppure, da che mondo e mondo alcune ricette si devono stravolgere ? Io sono per le innovazioni, per le varianti, per le rivisitazioni, ma ci sono alcune ricette che secondo me devono avere quegli ingredienti e nulla di più. Ora fare la carbonara, per quanto piatto semplicissimo e con pochi ingredienti, ritengo che sia una  delle preparazioni più elaborate : giusta consistenza - giusta cottura - cremina ottenuta con la mantecatura dei tuorli con aggiunta di acqua di cottura ....... ma, prepararla con GIOTTO, è sacrilegio? Beh....a dire il vero questa domanda me la sono posta la prima volta che ho cucinato la carbonara con il coperchio GIOTTO, ma dovevo provare, altrimenti come avrei mai potuto sapere?
Io non ho assolutamente stravolto la ricetta e mi sono attenuta scrupolosamente a quelli che sono gli ingredienti della ricetta originale. Ho solo "evoluto" la cottura. Dunque (e scusate se mi dilungo) cucinare con Giotto, significa cucinare con temperature che non superano i 100° ed in breve tempo - Cucinare con GIOTTO significa anche unire pasta e acqua a fare unica cottura - Cucinare con GIOTTO significa che, le temperature già basse, non appena si spegne la fiamma, continuano a scendere, aiutandoci, in questo modo, a non far stracuocere il tuorlo che, comunque, starà in tegame giusto il tempo di pastorizzare........ allora, c'erano eccome i presupposti per fare la "carbonara con GIOTTO" e quindi ecco che vi mostro, in semplici e pochi passaggi, come ottenere un piatto straordinario, con una cottura davvero veloce e semplice.

INGREDIENTI

200 gr Spaghetti
430 gr Acqua
2 Tuorli
70 gr Guanciale
q.b. Pecorino

PROCEDIMENTO

Tagliare a listarelle o cubetti il guanciale ......

Mettere il guanciale a listarelle in un tegame antiaderente (possibilmente con il fondo doppio) e farlo rosolare a fiamma medio/alta per qualche minuto, ovviamente coprendo con GIOTTO (cominciare la cottura con tegame freddo senza farlo scaldare) - In foto vedrete il tegame GIOTTO diam. 28 e coperchio GIOTTO diam 31

Ora, abbassare la fiamma al minimo,  aggiungere gli spaghetti e l'acqua , che avrete precedentemente pesato

Coprire con il coperchio GIOTTO diam. 31

Alzare la fiamma e aspettare un paio di minuti fino a quando esce il vapore dai fori. Mettere il tegame sul fornello piccolo a fiamma bassa, mescolare e ricoprire. Puntare il timer per il tempo di cottura di cottura della pasta, meno 1 minuto

 

Nel frattempo preparare a parte : pepe, da macinare al momento, pecorino quantità a piacere e 2 tuorli

Controllate la cottura della pasta solo un paio di volte durante la cottura, ma giusto per capire che il liquido non si asciughi. In questo caso, attraverso i fori, aggiungete pochissima acqua.

Finito il tempo di cottura della pasta (meno un minuto, come già detto) , spegnere e versare i tuorli.  Mescolare velocemente e uniformemente e coprire per 1 minuto circa.

Ora potete impiattare versando a pioggia il pecorino e con qualche listarella di guanciale  bene in vista per decorare.

 

Buon appetito a tutti 😉

Informazioni sull'autore

Enza Accardi
Sono Enza, con una grande passione per la cucina. Mi piace imparare, inventare, scoprire nuovi gusti. Amo i colori a tavola e le innovazioni, ma non tralascio e non dimentico la tradizione, perché è su quella che si basa la vera cucina. Sono a disposizione di chiunque avesse voglia di provare le ricette di "CUOR DI CUCINA". Qui troverete le ricette di tutti i giorni, quelle vere, con tanto buon gusto e soprattutto alla portata di tutti, perché il nostro scopo è quello di farvi venire voglia di mettervi ai fornelli.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

TAGLIATELLE CON LE VONGOLE

Di solito e' un piatto che va mangiato al ristorante,perche' a casa non riusciamo a farlo uguale ma vi assicuro che appena proverete la…
spaghetti cozze e vongole

SPAGHETTI COZZE E VONGOLE

Un primo per il pranzo di capodanno: Spaghetti  cozze e vongole. Io vi consiglio di utilizzare gli spaghetti quadrati e ho aggiunto anche del…

CARBONARA DI ASPARAGI

Ecco un altro primo che mi è stato insegnato dal bravissimo chef Fabrizio Leggiero, un piatto semplicissimo, ma con un gusto straordinario …:) Stupirete i vostri ospiti!

Pubblicità

Ad