L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Dolci e Desserts

GELATO AL PISTACCHIO ARTIGIANALE SENZA GELATIERA

2 Agosto 2017 - Visite (4893)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Medio
  • Porzioni
    8
  • Cottura
  • Preparazione

Fatto il primo..... procediamo con il secondo gelato e questa volta, sulle pecche del primo, abbiamo riparato alla grande con il secondo. Si, perchè dovete sapere , che il gelato al caffè postato qualche giorno fa ,  è stato fatto senza addensanti e quindi andava bene in coppa (eccellente direi anche in quel modo....), ma mi incuriosiva tanto il gelato da cono. Quindi mi confrontai con chi ne sa più di me (ed esattamente la nostra Roberta Vivenzi, Autrice anche lei di CDC) e fra i suoi consigli e ciò che avevo in testa di fare, misi in pratica il mio e il suo e finalmente riuscii a fare il gelato da cono. L'uso della gelatiera, che in tanti mi consigliavano per ottenere la morbidezza classica del gelato, non era proprio ciò che volevo: uno perchè non ce l'ho e due perchè pensavo che se i nostri nonni mangiavano il gelato e a quei tempi in cui non c'era la tecnologia di adesso, in qualche modo lo dovevano pur fare sto gelato e perchè non avrei dovuto riuscirci io? Bene....... non credevo ai miei occhi ..... il GELATO c'era tutto ed era proprio quello che io volevo ottenere.... IL GELATO DA CONO

INGREDIENTI

700 gr Panna fresca
100 gr Pasta di pistacchio
cucchiaino Addensante per gelato
200 gr Sciroppo di glucosio
50 gr Zucchero semolato
4 Tuorli
1 pizzico Vaniglia in polvere

PROCEDIMENTO

Montare i tuorli con lo zucchero e la vaniglina,  fino a farli diventare spumosi e gonfi. Aggiungere 500 gr di panna a filo e lasciare amalgamare il tutto. Aggiungere la pasta di pistacchio ed amalgamare bene, fino ad ottenere una crema fluida. Mettere il composto in un tegame e mettere su fuoco basso. Mescolare continuamente  per circa 5/7 minuti (ma non portate a bollore). Appena il composto sarà caldo, aggiungere il glucosio e farlo sciogliere bene e 2 minuti prima di finire la cottura aggiungere l'addensante 1/2 cucchiaino, mescolando bene per farlo sciogliere.
Mettete la crema a raffreddare, mescolando di tanto in tanto e nel frattempo mettete una ciotola in acciaio in freezer a raffreddare.

Appena la crema sarà fredda, montarla un pò con le fruste elettriche. A parte, montare i 200 gr di panna ed amalgamarli alla crema facendo incorporare sempre con le fruste elettriche, montando il tutto

 

 

Mettete la crema così formata e monatata, oramai fredda, in freezer per tutta la notte o per 10/12 ore.
Uscitela dal frezzer e con una frusta a mano mescolate dal basso verso l'alto e rimettendo in freezer con intervalli di 30 minuti circa, per 2/3 volte

Ecco pronto il gelato che potrete mettere dentro le apposite vaschette e magari con l'ausilio di una tasca da pasticcere con beccuccio grande, potrete anche dare una certa impostazione proprio come nelle gelaterie, per stupire così i vostri ospiti.


Decorate il gelato con granella di pistacchio tostato e rimettete in freezer , uscendo solo al momento di servire.

Il gelato manterrà la sua morbida consistenza e se volete servirlo con il cono , potrete farlo senza alcun problema. Io non avevo i coni, ma al prossimo provvederò .......

 

CONSIGLI DELLO CHEF

Se volete un gelato meno pannoso, potete usare 250 gr di panna e 250 gr di latte .
Se non avete la possibilità di reperire l'addensante per gelati, potete usare l'agar -agar che si trova più comunemente, oltre che nei negosti specializzati per gelaterie, anche nei grandi supermercati forniti di prodotti per pasticceria

Informazioni sull'autore

Enza Accardi
Sono Enza, con una grande passione per la cucina. Mi piace imparare, inventare, scoprire nuovi gusti. Amo i colori a tavola e le innovazioni, ma non tralascio e non dimentico la tradizione, perché è su quella che si basa la vera cucina. Sono a disposizione di chiunque avesse voglia di provare le ricette di "CUOR DI CUCINA". Qui troverete le ricette di tutti i giorni, quelle vere, con tanto buon gusto e soprattutto alla portata di tutti, perché il nostro scopo è quello di farvi venire voglia di mettervi ai fornelli.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

SEMIFREDDO TULIPANO

Dopo aver visitato l'Olanda la scorsa estate ed aver comprato dei bulbi di tulipano, in primavera ne ho visti sbocciare tanti sul mio balcone…

BABA’ AL RHUM

Per una buona riuscita del babà basta fare una buona incordatura  dell' impasto ,cioè la pasta deve essere ben elastica , poi una buona lievitazione.

DELIZIA ALLE FRAGOLE

Questa torta l'ho preparata diverse volte, anche per il mio compleanno, perché adoro le fragole. È un pó complicata e ha diverse preparazioni e…

Pubblicità

Ad