L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Biscotti

BISCOTTI DI SAN MARTINO

8 Novembre 2017 - Visite (1547)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    1
  • Cottura
  • Preparazione

Martino di Tours è uno dei primi santi non martiri proclamati dalla chiesa e di cui  ricorrenza cade l'11 novembre, giorno dei suoi funerali a Tours.In tale data si preparano i Biscotti di San Martino, tipici biscotti siciliani duri che si gustano assieme al marsala o a un buon vino moscato, infatti è questo il periodo dell'anno in cui vengono aperte le botti per assaggiare il vino novello. I più golosi hanno dato vita ad una versione più stuzzicante che prevede la farcitura dei biscotti con una deliziosa e aromatica crema di ricotta o con marmellata e ricoperti da una glassa decorativa. Anticamente si diceva che c’era il San Martino dei ricchi e quello dei poveri. L’ 11 novembre, veniva festeggiato da chi non aveva problemi economici e poteva permettersi una festa infrasettimanale, mentre i meno fortunati lo festeggiavano la domenica successiva alla ricorrenza, quando prendevano la “simanata” (la paga settimanale).

INGREDIENTI

500 gr Farina manitoba
500 gr Farina 00
50 gr Lievito di birra
300 gr Zucchero
200 gr Strutto
40 gr Semi di anice
2 pizzico Sale
200 gr Acqua
q.b. Cannella

PROCEDIMENTO

Sciogliere il lievito di birra in 100g di  acqua tiepida. Setacciare la farina in una grande ciotola,unire lo zucchero e una spolverata di cannella,senza esagerare si deve avvertire solamente,  versarvi il lievito sciolto nell’acqua.

unire lo strutto a pezzetti,il sale e il resto dell'acqua poco a poco, , aggiungendone eventualmente ancora un pò, tanta quanta per ottenere un impasto morbido ed elastico e infine i semi di anice

Procedere con la pezzatura, io ho fatto pezzi da 60g, per  ogni pezzo  quindi ricavare dei bastoncini che dovrete arrotolare su se stessi,  prendendo un'estremità tra indice e pollice e farlo girare attorno, schiacciare un pochino il biscotto in maniera tale da compattare i giri del serpentello.

Porre i biscotti su una teglia ricoperta di carta forno e metterle da parte a lievitare, in luogo tiepido, per qualche ora.

infornare nel forno preriscaldato a 200 gradi per 10 minuti. Tirare fuori dal forno ed abbassare la temperatura a 180 gradi , infornare nuovamente i biscotti per 30 minuti circa. A questo punto andrebbero infornati ancora una volta a 160 gradi per 20 minuti, ma potete ovviare questa fase spegnendo il forno e lasciando raffreddare i biscotti in forno, così raggiungeranno quella particolare croccantezza e friabilità caratteristica.

pronti per essere serviti e gustati

I più golosi, gusteranno i biscotti di San Martino ripieni di crema di ricotta, i definiti "rasco", il cui impasto e procedimento sarà quello descritto sopra per i biscotti secchi, la differenza sarà nella cottura,verranno infornarti in forno preriscaldato a 200° per circa 15 minuti, in unica cottura infatti per ottenere il rasco occorre levare i biscotti dal forno quando sono cotti, ma ancora chiari e di sicuro quindi morbidi all’interno. Si taglierà via la parte superiore del rasco per scavare l’interno e poi si farà raffreddare. si bagneranno poi con la bagna (300 cc di acqua con 150 grammi di zucchero e aggiungendo poi a freddo 75 ml di rum) e si procederà a riempirli di crema di ricotta, si rimetterà la parte superiore del rasco prima tolta e si spolvererà il tutto di zucchero a velo e un filo di cannella.

 

Food blogger

Maria Concetta Todaro
Maria Concetta Todaro è una moglie, mamma e nonna .Ho tanti hobby ma quello che mi appassiona maggiormente è cucinare,perchè credo che cosa più bella non ci sia che ritrovarsi attorno un tavolo .Stare insieme a tavola è uno dei modi migliori per socializzare, perché il pasto è una pausa dagli impegni, nella quale ci si può concentrare su quello che si mangia, ma anche sulla compagnia di chi condivide con noi questo momento:infatti, la tavola non è solo il posto dove ci si nutre ma è soprattutto un luogo di condivisione, di aggregazione e di scambio di emozioni.Seguendo questa filosofia metto tanto amore in tutto quello che preparo ,amore che si concretizza quando leggo la soddisfazione dei commensali....spero che dal mio tavolo questo amore possa giungere al vostro in una unica tavolata ideale di gusto, sapori ed emozioni.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

NIDI DI BISCOTTO PASQUALE

Ogni anno come da tradizione Pasquale si fanno questi biscotti chiamati "aceddu cu lovu" Una frolla croccante che tiene un uovo sodo ,creata in…

FROLLINI RIPIENI AL GIANDUIOTTO

Un biscotto che non dimenticherete tanto facilmente ... Il mio non è un invito per tutto il popolo dei golosi…il mio è un ordine: “andate…

Diventare Food Blogger non è mai stato così facile

PROMUOVI I TUOI PRODOTTI

Seguici anche su

Tante ricette ti aspettano