L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Contorni

MARMELLATA DI POMODORINI

21 Dicembre 2017 - Visite (344)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    10
  • Cottura
  • Preparazione

In questo periodo di festività, spesso si va alla ricerca di ricette nuove e particolari. Abbiamo già parlato di un primo, di un secondo e di un dolce, adatti proprio a queste feste. Ora pensiamo ad un antipasto; ma.... direte voi, cosa ci entra la marmellata di pomodorini? Ci entra eccome. Avete mai pensato di fare un'insalata particolare, salata e dolce allo stesso tempo? Presto ve ne racconterò una, ma pensate ad una semplice insalata che potrebbe diventare straordinaria grazie alla presenza del pomodorino, ma questa volta dolce. Si , proprio così 😉
Fare la marmellata di pomodorini è davvero semplice oltre che veloce. In questo caso ho usato il metodo GIOTTO che non solo mi ha aiutato ad essere più veloce nella realizzazione, non mi ha fatto sporcare nulla, ma soprattutto grazie alla presenza di umidità che si produce durante la cottura a bassa temperatura, la marmellata ha assunto una consistenza particolare, conferendo alla stessa un colore straordinario.... un color rubino traslucido, molto decorativo e adattissimo alle festività natalizie in corso.

Per chi di voi non lo sapesse, GIOTTO è un coperchio magico 100% Made in Italy che consente di cucinare sfruttando l’umidità prodotta durante la cottura dei cibi, consentendo di esaltare tutti i sapori pur mantenendo inalterate le proprietà nutritive. I risultati sono eccezionali! Se desiderate saperne di più, commentate questa ricetta, vi risponderò prontamente.

Forza Amici, adesso andiamo in cucina e vi stupirete per la semplicità con cui si realizza questa marmellatina. 😛

INGREDIENTI

300 gr Pomodorini ciliegino
300 gr Zucchero semolato
q.b. Acqua

PROCEDIMENTO

Lavate i pomodorini, fate dei tagli a croce molto superficiali   e metteteli in un pentolino appena coperti di acqua. Coprite con il coperchio diametro 25  e fate sbollentare per un paio di minuti.

Lasciate che raffreddino e poi togliete la pelle lasciando interi i pomodorini, quindi fate attenzione a non rovinarli

Ora versate sopra lo zucchero e non toccate nulla 🙂

 

Coprite con GIOTTO e accendete a fiamma media, facendo sciogliere completamente lo zucchero

Lasciate cuocere per i primi minuti  e appena uscirà il vapore dai fori, abbassate la fiamma al minimo. Controllate pure se volete , il coperchio lo potrete alzare in qualsiasi momento

Puntate il tempo di cottura da quando abbassate la fiamma, quindi continuate per 40 minuti circa. Se in cottura vedrete che dai fori, oltre il vapore,  usciranno le bolle del liquido che cucina, niente paura, il coperchio servirà a non far fuori uscire il bollore  con eventuali versamenti sul gas. Quindi state tranquilli e continuate la cottura, nulla si verserà al di fuori del coperchio 😉 , pertanto  niente pericoli 🙂

La marmellata sarà pronta quando i pomodorini si saranno caramellati ed il liquido di cottura si sarà ridotto notevolmente. Resterà una sorta di gelatina in cui i pomodorini saranno immersi , che si addenserà ancor di più durante il raffreddamento.

 

Quindi ora mettete la marmellata di pomodorini , ancora calda, dentro i barattoli sterili , che terrete capovolti fino a raffreddamento

 

Appena la marmellata sarà completamente fredda , rimettete i barattoli nel verso giusto, etichettate  e conservateli in dispensa. Si conserveranno per mesi , ma una volta aperti mettete i barattoli in frigorifero, dove potrete conservarli ancora per diversi giorni.

 

CONSIGLI DELLO CHEF

In questa ricetta ho usato il coperchio GIOTTO diam. 25 per un pentolino diam. 23 .
Questa marmellatina si può utilizzare per preparazioni dolci e salate. Ottima da consumare con ricotta fresca e formaggi dal sapore forte.
Allungate i tempi di cottura se vi sembrerà che la consistenza non sia quella giusta.
Se realizzate la marmellata senza l'ausilio del coperchio GIOTTO, controllate spesso e schiumate , ma senza rompere i pomodorini. La cottura risulterà più delicata.

Informazioni sull'autore

Enza Accardi
Sono Enza, con una grande passione per la cucina. Mi piace imparare, inventare, scoprire nuovi gusti. Amo i colori a tavola e le innovazioni, ma non tralascio e non dimentico la tradizione, perché è su quella che si basa la vera cucina. Sono a disposizione di chiunque avesse voglia di provare le ricette di "CUOR DI CUCINA". Qui troverete le ricette di tutti i giorni, quelle vere, con tanto buon gusto e soprattutto alla portata di tutti, perché il nostro scopo è quello di farvi venire voglia di mettervi ai fornelli.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

OLIVE ASCOLANE A MODO MIO

Adoro da sempre le 'olive ascolane', sono uno stuzzichino piacevole e di notevole gradimento , così ho deciso di prepararle, anche perchè trovo quelle…

ROTOLO DI MELANZANE FARCITO

Come ormai ben sapete io sono quella delle ricette svota frigo e così lanci un occhio,hai duebelle melanzane,il sugo del giorno prima e un…
Caponata messinese

CAPONATA DI MIA SUOCERA

Oggi vi farò conoscere la Caponata di mia suocera La caponata è un piatto tipico della Sicilia,  molto conosciuto, infatti se ne trovano molte…
carciofi a sfincione

CARCIOFI A SFINCIONE IN TEGAME

Tra le tante ricette palermitane, tra le più buone , esiste anche quella dei "carcofi a sfincione" . Il carciofo dalle nostre parti è un…

Pubblicità

Ad