L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Dolci e Desserts

PANETTONE AL PISTACCHIO

8 Novembre 2016 - Visite (3373)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Alta
  • Costo
    Medio
  • Porzioni
    1
  • Cottura
  • Preparazione

Sono anni che cerco di fare un panettone al pistacchio soddisfacente,finalmente eccolooo,il procedimento è un po lungo ma ne vale davvero la pena,risultato fantastico quindi bando alle ciance e armatevi di pazienza sarete ricompensati in gusto, profumo e morbidezza...

INGREDIENTI

100 gr Lievito madre
250 gr Farina manitoba
95 gr Burro morbido
6 Tuorli d'uovo
80 ml Acqua
80 gr Zucchero semolato
40 gr Pasta di pistacchi
100 gr Pistacchio
1 cucchiaio Aroma per panettone home made
1 cucchiaino Aroma vaniglia
1 pizzico Sale

PROCEDIMENTO

La mattina del giorno prima cominciate con i rinfreschi del lievito madre,fate 3 rinfreschi a distanza di 4 ore (se il lievito è maturo triplicherà  di volume)

 

 

Per il Primo impasto:

 

Una volta pronto il lievito mettetelo a pezzetti dentro la ciotola dell'impastatrice e aggiungete 50ml di acqua (presa dal totale) nella quale avrete sciolto 40 gr di zucchero,cominciate ad impastare e quando è ben sciolto aggiungete 150gr di farina (presa dal totale)impastate per almeno 7-8 min. ora aggiungete 4 dei 6 tuorli,uno alla volta aspettando di aggiungere il successivo solo quando l'altro è ben amalgamato all'impasto,aggiungete sempre impastando il resto dell'acqua (poca alla volta tenendo conto che ogni farina assorbe una diversa quantità d'acqua) impastate a vel media finchè non vedrete l'impasto incordato(deve essere molto elastico e creare un velo quando lo allargate con le dita) a questo punto aggiungete 80gr burro(preso dal totale) e incordate di nuovo. Lasciate lievitare per almeno 4 ore.

Secondo impasto:

Aggiungete al primo impasto che nel frattempo sarà lievitato leggermente,il resto della farina, la pasta di pistacchio,il cucchiaio di aroma panettone (eccovi come farla. Se volete cimentarvi cliccate qui http://www.cuordicucina.it/aroma-panettone-home-made/ )  e cominciate ad impastare,quando comincia ad incordare aggiungere i due tuorli rimasti,uno alla volta,continuate ad impastare aggiungete adesso il burro rimasto,il sale e i pistacchi tritati grossolanamente con un coltello,tirate fuori l'impasto dall'impastatrice e procedete sul tavolo alla pirlatura (consiste nel dare una forma più rotonda possibile all'impasto.) Lasciate riposare per circa 15 min. coperto con un contenitore capovolto.

IMG_20161107_183032 IMG_20161107_183053 IMG_20161107_183129

Ripetete la pirlatura una seconda volta e fatelo riposare ancora,nel frattempo ungete lo stampo con un po di burro fuso,prendete l'impasto e sistematelo nello stampo,coprite con pellicola trasparente e mettete a lievitare per almeno 12 ore.

Importante per la lievitazione è la temperatura che non deve essere minore di 26° quindi scaldate il forno per due min a 50° spegnete e sistemate lo stampo nel forno...

Dopo 13 ore questo è il risultato

IMG_20161108_085648

Infornate a 180° per i primi 15 min. poi abbassate a 170° cuocete in totale 45-50 min.

Una volta sfornato inserite due aghi da maglia al centro del panettone e mettetelo così capovolto dentro una pentola grande in modo che resti sospeso a testa in giù.

Dopo 5-6 ore passate alla glassatura, io ho sciolto 100gr di cioccolato bianco con 2 cucchiai di panna e poi granella di pistacchio,voi glassate come più vi piace.

IMG_20161108_135036

CONSIGLI DELLO CHEF

Il panettone andrebbe chiuso in un sacchetto trasparente spruzzato con un po di alcool alimentare e lasciato riposare per almeno 3-4 giorni...io non ho resistito,non so voi!

Food blogger

Roberta Vivenzi
Sono Roberta,che dire di me,nata in un paesino sul lago di Garda,cresciuta nella splendida e magica Sicilia,sin da ragazzina amavo stare davanti ai fornelli,la mia non è una passione,di più...adoro modellare e creare torte con il cioccolato plastico,amo sperimentare,ma la mia più grande passione è la cucina orientale ed in particolare il sushi.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

TARALLI CON ESUBERO DI LIEVITO MADRE

Esubero di lievito madre? Che fare? Ecco dei buonissimi taralli che al mio paese in realtà chiamiamo 'Friselle'. Uno tira l'altro. Croccanti, fraganti, in…

PROFITTEROLES PANNA E CIOCCOLATO

Un dolce classico della pasticceria. I profitteroles sono dei bignè a base di pasta choux. Possono essere riempiti con crema o panna montata; io,…

Diventare Food Blogger non è mai stato così facile

PROMUOVI I TUOI PRODOTTI

Seguici anche su

Tante ricette ti aspettano