L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Piatti Tipici

SARDE A BECCAFICO – INVOLTINI DI SARDE

7 Giugno 2017 - Visite (626)

Condividi con:

  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    8
  • Cottura
  • Preparazione

La sarda, un pesce azzurro, ricchissimo di omega 3 e quindi salutare per il nostro cuore e, se preparato in questo modo, ottimo per il nostro palato. Prepariamo insieme le Sarde a beccafico (nella provincia palermitana), altrove invece si chiamano involtini di sarde

INGREDIENTI

1 kg Sarde
150 gr Mollica fresca
50 gr Cacio cavallo grattuggiato
3 cucchiaio Concentrato di pomodoro
q.b. Olio extravergine d'oliva
q.b. Prezzemolo tritato
q.b. Sale
150 gr Passolina e pinoli
1 Arancia
2 Limoni
q.b. Zucchero semolato

PROCEDIMENTO

Togliere testa e interiora e lasciare le sarde pulite qualche ora in frigo in modo che poi sarà più facile togliere la lisca senza che pezzi di pesce vi rimangano attaccati.

Intanto mettere a mollo l'uva passa, pulire le sarde togliendo la lisca, mantenere la coda però (aiutarsi con una forbice, in caso di difficoltà) e dopo iniziare a preparare il ripieno con mollica di pane fresco, sale, pepe, prezzemolo, formaggio grattugiato (caciocavallo o pecorino pepato stagionato), olio e.v.o., concentrato di pomodoro, succo d'arancia e di limone (se l'arancia è troppo aspra si può mettere giusto un po' di zucchero, usare un colino per non fare cadere i semi nel succo).

Unire al ripieno anche uva passa e pinoli. Mescolare e assaggiare per regolare il sale o aggiungere arancia, in base ai gusti.

Poggiare le sarde sul tagliere e riempire l'estremità più larga con un cucchiaino di ripieno e arrotolare, se la sarda è troppo grande fermare l'involtino con uno stuzzicadenti.

Disporre gli involtini di sarde su una teglia oleata e tra un involtino e l'altro mettere una fettina di arancia o una foglia di alloro.

Infornare 180 gradi per 15-20 minuti.

 

 

Buona appetito con la nostra ricetta della sarde a beccafico !

CONSIGLI DELLO CHEF

Da mangiare tiepidi così o accompagnati da un salmoriglio con olio evo, succo d'arancia e sale.

 

Food blogger

Pietro e Manu Zizzo
Le nostre terre di nascita Sicilia (Pietro) e Calabria (Manu) ci portano a confrontarci e a stimolarci a vicenda in cucina. Siamo una coppia affiatata, incuriosita dalle nostre tradizioni culinarie territoriali e non solo. Abbiamo una grande voglia di migliorare e di provare sempre nuove ricette e nuovi accostamenti di gusto.

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricette correlate

TONNO FRESCO CON CIPOLLATA IN AGRODOLCE

In Sicilia, l’agrodolce è ingrediente fondamentale in tante ricette, basta ricordare il gusto inconfondibile della caponata di melanzane o del formaggio all’argentiera e ancora…

OLIVETTE DI SANT’AGATA

Le Olivette di Sant'Agata, dolcetti tipici della città di Catania, si preparano in prossimità della festa della patrona della Città. Hanno la forma di…

CROCCHE’ (CAZZILLI)

Le crocche' fanno parte anch'esse al nostro street food palermitano. Sono destinate ad essere condivise con le  panelle e mangiate nello stesso panino.

MARMELLATA DI MELE COTOGNE

I ricordi dell'infanzia sono legati a questa marmellata di mele cotogne, che ogni anno in questo periodo veniva preparata e che vi presento così…

ARANCINE ALLA CARNE

Nella Sicilia occidentale, come nella mia Palermo, viene chiamata arancina, invece in quella orientale arancino Sinceramente non so come mai anche se per me…

Diventare Food Blogger non è mai stato così facile

PROMUOVI I TUOI PRODOTTI

Seguici anche su

Tante ricette ti aspettano