L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Contorni

CAPONATINA DI PATATE E ALALUNGA

16 Agosto 2016 - Visite (1578)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Media
  • Costo
    Medio
  • Porzioni
    8
  • Cottura
  • Preparazione

Questa ricetta nasce da un'idea elaborata e messa insieme con il nostro Chef Maurizio. Abbiamo cercato di emulare l'origine della caponata palermitana, questa volta rivisitando la vera caponata (no dado ..... quello è proprio bandito ? ) sostituendo qualche ingrediente ed aggiungendo il pesce. Originariamente abbiamo usato proprio il pesce capone, da cui deriva il nome "caponata" , ma non avendolo trovato in questo periodo, in quanto ancora non è tempo, ho pensato di usare il pesce "Alalunga" che si è spostato benissimo con tutto il contesto. Piatto davvero  versatile, oserei dire d'elite, in quanto particolare e d'effetto da presentare per un pranzo o una cena importante. Personalmente l'ho preparato in diversi buffet , come finger food, dove ha sempre riscosso un enorme successo, portando i commensali a richiedere porzioni doppie e anche triple. E' un ottimo antipasto, presentato proprio come vedete in foto. Qui gli ingredienti si devono poter distinguere e non devono mischiarsi ........  al palato dovrà arrivare un boccone di gusto intenso, particolare, unico e sublime. Ragazzi, se anche i passaggi sembrano tanti, credetemi, vale la pena fare questa preparazione, che grazie all'agrodolce, potrà conservarsi per giorni in frigo, accostando il pesce, però,  solo al momento di servire. Fatela, o vi pentirete di non averci almeno provato 🙂

INGREDIENTI

3 Melanzane viola
6 Patate
6 Pomodoro
2 Cipolla
1 bicchiere Aceto
2 cucchiaio Zucchero di canna
q.b. Basilico
q.b. Olio extravergine d'oliva
70 gr Olive bianche
q.b. Sale
q.b. Pepe
1 kg Pesce alalunga
1 tazzina Limoncello

PROCEDIMENTO

Prepariamo la caponatina:

Pulire e tagliare le melanzane a dadini  e metterli a spurgare in acqua e sale per circa 3 ore.

Pelare e tagliare le patate nello stesso modo delle melanzane e mettere anche queste in acqua per qualche ora.

Passato il tempo, scolare e tamponare con uno strofinaccio, separatamente , i dadini di patate e melanzane e friggere in diverse riprese in olio bollente. Salare solo le patate e  tenere il tutto da parte

13956971_638366403006473_249879381_n

14012826_638366389673141_324677634_o 14012847_638366379673142_781561586_o

Ora prepariamo i pomodori: facciamo una piccola incisione sulla pelle e facciamoli sbollentare per qualche secondo in acqua bollente. Poi, appena tiepidi, spelliamoli ed eliminiamo tutti i semini. Di questi servirà solo la polpa, che taglieremo a pezzetti

14012356_638366363006477_293879866_o 13553260_638366343006479_161288572_n

Facciamo ammorbidire il pomodoro in padella con un fondo di olio evo, ma attenzione che non diventi salsa

14012756_638366323006481_772939249_o14012685_638366273006486_2112617931_o

Nel frattempo, snoccioliamo le olive e tagliamo a pezzetti  anche queste

14012141_638366359673144_91867484_n

Aggiungiamo le olive al pomodoro e lasciamo in padella ancora qualche minuto, mescolando con delicatezza

14037524_638366276339819_1850003493_o

Spegniamo il fuoco e trasferiamo tutte le preparazioni ,  in una padella molto capiente. Tagliamo il basilico fresco (usando il coltello.... mi raccomando 😉 non deve essere frullato ) ed aggiungiamolo a tutti gli ingredienti. Versiamo un pò di olio evo e facciamo saltare il tutto in padella.

13978266_638366186339828_110498664_o 13977887_638366226339824_623238605_o

E' importante che i pezzi di distinguano, quindi se usate un cucchiaio di legno per mescolare, fatelo con delicatezza

14002597_638366176339829_1931465177_o 14002616_638366109673169_572991407_o

Ora, a parte, scaldiamo l'aceto e facciamo sciogliere lo zucchero di canna e, ancora caldo, versiamolo sulla caponata

14009909_638366156339831_1154590405_n 14037622_638366126339834_1995681015_o

13987688_638366119673168_408823080_o

Diamo una mescolata e copriamo, lasciando riposare la caponata affinchè si possa insaporire di agrodolce.

Prepariamo il pesce:

togliamo tutta la pelle e le lische all'Alalunga. Poi tagliamo a dadini e teniamo il pesce da parte, pronto per essere cotto

14017795_638366089673171_111193785_n 14030651_638366079673172_521589330_n 14012670_638366056339841_1046514058_o

Tagliamo a brunoise le cipolle e facciamole rosolare in padella. Aggiungiamo l'Alanga a dadini, saliamo e pepiamo. Facciamo saltare per qualche minuto e sfumiamo con il limoncello

14030890_638366103006503_1055080831_n 13950995_638366046339842_966370076_o

Finiamo la cottura e teniamo in padella a fuoco spento.

14012901_638366023006511_1620603893_o

Al momento di servire, se volete fare di questa ricetta un buon antipasto, aiutandovi con un coppapasta, fate un primo strato di caponatina e sopra mettete il pesce cotto.....

Non solo farete un figurone, ma porterete in tavola qualcosa di eccellente. Una vera goduria 🙂

13977874_638365873006526_1443657383_o 13987348_638365889673191_672219153_o

Se invece volete preparare dei finger food, servitevi di bicchierini trasparenti. Dovrete sempre mettere prima la caponatina e dopo il pesce (nelle foto sotto, di repertorio, vi mostro la preparazione con il capone).

12814431_1047392771992283_6424685214093048316_n 12809578_1047392748658952_5650044779471414200_n

Con questa ricetta farete qualcosa che raramente troverete in giro 😉

 

CONSIGLI DELLO CHEF

Essendo questa una preparazione piuttosto lunga, consiglio di preparare la caponatina il giorno prima e conservarla in frigorifero. La presenza dell'aceto, non solo la conserverà magnificamente, ma la farà insaporire ancor meglio. Tenete la caponata a temperatura ambiente per qualche oretta, prima di servirla e nel frattempo preparate il pesce. Potete assemblare con calma anche prima di servire.

Informazioni sull'autore

Enza Accardi
Sono Enza, con una grande passione per la cucina. Mi piace imparare, inventare, scoprire nuovi gusti. Amo i colori a tavola e le innovazioni, ma non tralascio e non dimentico la tradizione, perché è su quella che si basa la vera cucina. Sono a disposizione di chiunque avesse voglia di provare le ricette di "CUOR DI CUCINA". Qui troverete le ricette di tutti i giorni, quelle vere, con tanto buon gusto e soprattutto alla portata di tutti, perché il nostro scopo è quello di farvi venire voglia di mettervi ai fornelli.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

CAPONATINA DI PATATE E ALALUNGA

Questa ricetta nasce da un'idea elaborata e messa insieme con il nostro Chef Maurizio. Abbiamo cercato di emulare l'origine della caponata palermitana, questa volta…

MELANZANE A FISARMONICA

Un secondo piatto, un contorno o un antipasto sfizioso con ingredienti ben combinati,  facile, gustosa e molto scenografica. Queste melanzane si possono farcire con…

GIRELLE AL FORMAGGIO

In cucina ,la fantasia non deve mancare e dimostrazione in questa ricetta dove le croste dei formaggi vengono utilizzate per dar sapore a queste…

Pubblicità

Ad