L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Primi piatti

“A PASTA CHI SARDI” (PASTA CON LE SARDE PALERMITANA)

30 Aprile 2017 - Visite (430)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Medio
  • Porzioni
    4
  • Cottura
  • Preparazione

"A pasta chi sardi"è la  meraviglia della cucina siciliana e palermitana in particolare, sembra essere nata per caso durante l’assedio degli arabi in Sicilia, dalla leggenda del cuoco arabo che doveva sfamare le truppe in marcia verso Palermo. L’aspetto importante messo in risalto dalla leggenda è che la pasta con le sarde è una delle massime espressioni della cucina del territorio a km 0. Cioè quei piatti che nascono dall’accostamento degli ingredienti che la natura offre in quel luogo. Ci si gira intorno, si prende quello che offre il mare e la terra e si assemblano, per necessità. E siccome la natura è provvida, in questo accostamento c’è sempre qualcosa  di armonico, ovvio che  con il tempo, aggiustamenti e miglioramenti lo hanno caratterizzato,  in fondo in fondo però il finocchietto:  ingrediente che attenua il forte odore delle sarde, ed il resto dei contrastanti sapori (tipico della cucina siciliana), siano frutto della stratificazione di cultura araba: zafferano. passoline e pinoliservono a donare al condimento della pasta con le sarde un inconfondibile “mix” di sapori disparati, quasi bizzarro, che trovano un magico equilibrio nell’assemblamento finale. . Si possono trovare diverse varianti, provenienti da altre città, ma questa palermitana che vi propongo è la più diffusa!

INGREDIENTI

300 gr Finocchietto
400 Sarde deliscate
1 cucchiaio Passolina e pinoli
8 Alici sott'olio
mezza Cipolla
2 bustine Zafferano in polvere
3 cucchiaio Olio extravergine d'oliva
q.b. Pepe
350 gr Pasta formato bucatini

PROCEDIMENTO

Il finocchietto utilizzato è dosato già pulito, e ho utilizzato quello selvatico di montagna. Si mette in acqua per la pulitura e si fanno bollire una ventina di minuti

cotti si tritano con un coltello

Intanto pulire e deliscare le sarde,

in un tegame mettere a rosolare la cipolla con l'olio e un pò di acqua

quando si è ammorbidita aggiungere alici ( dovrebbero essere le sardine dissalate come da tradizione, ma per comodità uso quelle sott'olio)

quando si sono sciolte ,aggiungere la passolina e pinoli e quindi le sarde

basteranno pochi minuti, con un cucchiaio di legno,  per spezzettare le sarde, aggiungere il finocchietto

amalgamare e unire 2 bicchieri di acqua calda dove si sarà sciolto lo zafferano

insaporire con sale e pepe, finire la cottura a fuoco bassissimo per una decina di minuti

Il condimento della pasta con le sarde va preparato con un certo anticipo, perché è sempre buona norma lasciare riposare qualche ora queste salse così composite, per una perfetta distribuzione ed amalgama di tutti i sapori.

Cuocere i bucatini nell'acqua di cottura dei finocchietti,  va insaporita nella pentola di cottura con qualche mestolata di salsa. Distribuita nei piatti va quindi completato il condimento con abbondante salsa e con la decorazione delle mezze sarde, disposte con la parte argentata a vista.

e buon appetito

 

 

 

Food blogger

Maria Concetta Todaro
Maria Concetta Todaro è una moglie, mamma e nonna .Ho tanti hobby ma quello che mi appassiona maggiormente è cucinare,perchè credo che cosa più bella non ci sia che ritrovarsi attorno un tavolo .Stare insieme a tavola è uno dei modi migliori per socializzare, perché il pasto è una pausa dagli impegni, nella quale ci si può concentrare su quello che si mangia, ma anche sulla compagnia di chi condivide con noi questo momento:infatti, la tavola non è solo il posto dove ci si nutre ma è soprattutto un luogo di condivisione, di aggregazione e di scambio di emozioni.Seguendo questa filosofia metto tanto amore in tutto quello che preparo ,amore che si concretizza quando leggo la soddisfazione dei commensali....spero che dal mio tavolo questo amore possa giungere al vostro in una unica tavolata ideale di gusto, sapori ed emozioni.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

MIGLIO CON VERDURE SPEZIATE

Il miglio è un cereale ricco di proprietà che dovremmo consumare più spesso. In cucina si presta molto bene in molte preparazioni sia dolci…

RISOTTO ALLE PESCHE E ZENZERO

Mi piace mettere la frutta nei miei piatti,i risotti diventano profumati colorati e particolari,al mango,alle fragole,alle ciliegie...oggi tocca alle pesche,lo zenzero da un tocco…

Diventare Food Blogger non è mai stato così facile

PROMUOVI I TUOI PRODOTTI

Seguici anche su

Tante ricette ti aspettano