L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Primi piatti

CAPPELLO DEL CARDINALE

20 Marzo 2016 - Visite (3035)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Medio
  • Porzioni
    12
  • Cottura
  • Preparazione

Ha la base di un risotto ma il risultato è un timballo freddo

INGREDIENTI

500 gr Riso carnaroli
300 gr Provola
100 gr Fontina
100 gr Emmental
250 gr Prosciutto cotto
70 gr Burro
2 cucchiaio Olio extravergine d'oliva
1 Uova
mezza Cipolla

PROCEDIMENTO

  • Privare la provola,la fontina e l'emmental della crosta e tagliare a dadini.
  • Sbucciare la cipolla,tritarla e farla appassire in una casseruola con l'olio e 50 gr di burro.
  • Aggiungere il riso e farlo rosolare un minuto.
  • Unire un dado sbriciolato e poco alla volta dell'acqua bollente.
  • Fare cuocere e  ancora al dente toglierlo dal fuoco.
  • Incorporare l'uovo leggermente sbattuto e il mix di formaggi .
  • Spalmare con il restante burro uno stampo per zuccotto.
  • Rivestirlo con le fette di prosciutto,disponendole a raggiera e facendo in modo che ogni fetta debordi leggermente dallo stampo.
  • Versarvi  il composto di riso .
  • Ripiegare tutte le fette di prosciutto in modo da ricoprire la base completandolo con delle fette rimaste.
  • Cuocere in forno preriscaldato a 170° per  15 minuti e poi sformare il "cappello" su un piatto da portata e servire.
  • IMG_20160316_185333 IMG_20160316_190852 IMG_20160316_192410 IMG_20160316_193153 IMG_20160316_193409

CONSIGLI DELLO CHEF

Per ottenere l'effetto più vicino al reale colore del cappello cardinalizio, bisognerebbe utilizzare un prosciutto color vino

Food blogger

Maria Concetta Todaro
Maria Concetta Todaro è una moglie, mamma e nonna .Ho tanti hobby ma quello che mi appassiona maggiormente è cucinare,perchè credo che cosa più bella non ci sia che ritrovarsi attorno un tavolo .Stare insieme a tavola è uno dei modi migliori per socializzare, perché il pasto è una pausa dagli impegni, nella quale ci si può concentrare su quello che si mangia, ma anche sulla compagnia di chi condivide con noi questo momento:infatti, la tavola non è solo il posto dove ci si nutre ma è soprattutto un luogo di condivisione, di aggregazione e di scambio di emozioni.Seguendo questa filosofia metto tanto amore in tutto quello che preparo ,amore che si concretizza quando leggo la soddisfazione dei commensali....spero che dal mio tavolo questo amore possa giungere al vostro in una unica tavolata ideale di gusto, sapori ed emozioni.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

SPAGHETTI ALLA CARBONARA

Oggi vi propongo una ricetta un po meno light ma senza rinunciare al benessere, la famosissima signora carbonara. Mi discosterò un po dalla versione…

Diventare Food Blogger non è mai stato così facile

PROMUOVI I TUOI PRODOTTI

Seguici anche su

Tante ricette ti aspettano