L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Primi piatti

CASERECCE CON PESTO DI LIMONE, MANDORLE E PECORINO

28 Dicembre 2017 - Visite (1115)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    5
  • Cottura
  • Preparazione

Vi racconto la mia storia sulla ricetta di questa pasta al pesto di mandorle, limone e pecorino.

Non poco tempo fa, un'amica, mi ha parlato di questo piatto. Scettica ho voluto provarlo. Era mai possibile preparare un pesto con la buccia di limone e il pecorino? Beh... Sì è proprio possibile! Quindi vi dico: Provatelo! Se poi ad un pesto così sfizioso, unite anche un metodo di cottura per la pasta davvero eccellente, innovativo e particolare, ciò che porterete in tavola è davvero un'apoteosi di gusto che vi porterà in un mondo culinario diverso dal solito.

Per questa ricetta utilizzerò un metodo di cottura innovativo che consente di cucinare a basse temperature: il metodo di cottura GIOTTO. Di produzione 100% Made in Italy, GIOTTO consente di cucinare sfruttando l’umidità prodotta durante la cottura dei cibi, consentendo di esaltare tutti i sapori pur mantenendo inalterate le proprietà nutritive.
Cucinare a basse temperature è una tecnica molto utilizzata dagli chef professionisti perché consente di ottenere risultati strabilianti e a mantenersi sani e in salute. Se volete saperne di più sul metodo GIOTTO non esitate a contattarmi commentando questa ricetta o lasciando un messaggio su whatsapp.

INGREDIENTI

500 gr Caserecce
1 Limoni
100 gr Mandorle
50 gr Pecorino
1 mazzetto Finocchietto selvatico
q.b. Sale
q.b. Pepe
3 cucchiai Olio d'oliva
1 spicchio Aglio
1 litri Acqua

PROCEDIMENTO

Ingredienti pasta al pesto di mandorle con Limone e pecorino

pasta al pesto di mandorle con Limone e pecorino 

Inserire tutti gli ingredienti per il pesto (escluso la pasta e l'acqua ) nel mixer e frullare aggiungendo l'olio a filo.

Intanto lessare la pasta secondo il metodo Giotto. Per 500 gr di pasta mettere 1 litro di acqua e salare, ma non troppo (sarà il pesto a definire il gusto e comunque con questo metodo non scoleremo l'acqua di cottura, per cui rischiamo di mettere troppo sale)

Accendere il gas a fiamma media. Appena fuoriesce il vapore dai fori abbassare la fiamma al minimo e contare i minuti di cottura indicati sul  pacco della pasta.

3 minuti prima della fine cottura spegnere il gas e maneggiare il pesto nella pasta.

Chiudere con il coperchio e lasciare riposare per gli ultimi 3 minuti.

Impiattare e servire

 

In questa ricetta ho usato il coperchio GIOTTO diam. 31 e la pentola GIOTTO,  perché ho cucinato 500 gr di pasta. Ma se volete diminuire la quantità , potete usare un coperchio GIOTTO di diametro inferiore e usare sempre il doppio di acqua rispetto al peso della pasta che avrete intenzione di cucinare.

Buon appetito con questa gustosa pasta al pesto di mandorle con Limone e pecorino.

 

CONSIGLI DELLO CHEF

L'aglio è facoltativo, ad ogni modo metterne mezzo spicchio. Importante, amalgamare il condimento a fuoco spento per evitare che il formaggio si fonda e chiudere con il coperchio per gli ultimi 3 minuti per terminare la cottura ed avere un effetto più cremoso. All'occorrenza aggiungere un po' di olio.

Food blogger

Enza Guddo
Ciao a tutti mi chiamo Enza. Sono moglie e mamma a tempo pieno. Fino a poco tempo fa la cucina non rientrava tra le mie passioni (o almeno così credevo), preferivo leggere, scrivere e studiare. Ma avendo famiglia dovevo necessariamente mettermi ai fornelli. Da qui scopro una passione innata per la cucina, ho cominciato quasi per gioco sfidando le critiche di marito e figli e allora eccomi qui!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

SPAGHETTI BURRATA E GAMBERO ROSSO

Ricetta dagli abbinamenti vincenti: la dolcezza del pomodorino giallo, la delicatezza dei gamberi rossi e l'irresistibile cremosità della burrata! Trionfo di sapori e colori!…

RISOTTO ALLE FRAGOLE E CAFFÈ

Un piatto che viene direttamente dai ruggenti anni ‘80! Il risotto alle fragole era il massimo dell’azzardo in cucina dopo le penne alla vodka!…

Prodotti in evidenza

Crea la tua lista nozze

30 giorni gratuiti