L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Secondi piatti

CREPES DI ALBUMI PROTEICHE

21 Ottobre 2013
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
  • Preparazione:
  • Costo:
    Basso
  • Porzioni:
    1 persona

Buongiorno amici sportivi,

oggi voglio presentarvi una ricetta velocissima che ho realizzato utilizzando una delle fonti proteiche con più alto valore biologico, ovvero la proteina del bianco d'uovo.

Ho chiamato questa ricetta crepes di albumi proteiche in quanto non verrà utilizzato l'uovo in tutta la sua composizione, in modo da rendere il pasto proteico ma privo di grassi.

In ogni caso, se volete aggiungere un tuorlo per completare per bene il profilo aminoacidico, è buona cosa, ma attenti a non mangiarne più di 2 al giorno e, se lo fate, a bilanciare gli zuccheri della dieta per evitare un innalzamento del colesterolo.

Bando alle ciancie e passiamo alla ricetta!

 

INGREDIENTI

Impasto

150 ml di albume
40 g di farina di semola
1 pizzico di sale

Condimento

a piacimento

PROCEDIMENTO

Per prima cosa, versare l'albume in una scodella ed aggiungere farina e sale.

Mescolare con cura con una frusta da cucina fino ad ottenere un impasto abbastanza denso.

Crepes di albumi proteiche 1

Nel frattempo, ungere una padella (antiaderente se possibile) con un panno imbevuto di olio di oliva o, preferibilmente, pam oil, per evitare che l'impasto si attacchi sul fondo. Scaldare per bene la padella sul fuoco.

Versare l'impasto nella padella ed attendere che si solidifichi (occorrono una decina di secondi). Aiutarsi con una paletta di legno dai bordi per sollevare la crepe e girarla come fosse una frittata in modo da far cuocere l'altro lato.

Crepes di albumi proteiche 2

Condire come si preferisce ed in base alle esigenze della propria dieta (ad esempio formaggio e pomodoro tagliati a cubetti).

Piegare in due e servire calda.

CONSIGLI DELLO CHEF

L'impasto ottenuto ha un carico proteico di circa 20g, di cui circa 15g ottenuti dall'albume d'uovo, 25g di carboidrati ed 1.1g di grassi.

Anche se non sembra, è un pasto abbastanza impegnativo da digerire (circa 4 ore), quindi consiglio di mangiarlo la mattina a colazione o a pranzo prima del primo piatto, in modo da sfruttare, nel secondo caso, il picco insulinico dei carboidrati per l'assimilazione delle proteine.

Food blogger

Salvatore Fresta
Salvatore Fresta è stato un atleta agonista della nazionale italiana di Kung Fu Wushu. Con un'esperienza decennale nel mondo delle arti marziali ed un repertorio di risultati tra cui 3 ori ed 1 argento ai campionati mondiali di Wushu tradizionale in ZengZhou (Cina) negli anni 2004 e 2006, mette a disposizione delle ricette che non dovrebbero mai mancare a chi segue una dieta sportiva.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

TRIPPETTA AL SUGO

La trippetta al sugo, profumata di mentuccia, è un secondo piatto tipico della mia zona (Ciociaria). Normalmente si prepara nelle giornate di freddo, essendo…

CARCIOFI IN UMIDO

Il carciofo è una pianta erbacea perenne alta fino a 1,5 metri, provvista di un rizoma sotterraneo dalle cui gemme si sviluppano più fusti,…

SPIEDINI DI TRITATO E PRIMOSALE

Spiedini di primo sale e carne.....due sapori chi si associano molto bene. Tante volte i bambini fanno capricci per non mangiare la carne ,…
Orate con patate

ORATE CON PATATE

Questo è un secondo piatto veloce, gustoso, semplice che piace a tutti sia per la presenza delle patate che per il metodo di cottura.…

FILETTO DI MAIALE AL VINO

Questa ricetta è nata dalla voglia, una domenica mattina, di sperimentare qualcosa di nuovo in cucina. Carne di maiale, vino rosso, vino bianco, rametti…

Diventare Food Blogger non è mai stato così facile

PROMUOVI I TUOI PRODOTTI

Seguici anche su

Tante ricette ti aspettano