L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Piatti Tipici

LUMACHE IN POLPA DI POMODORO E CIPOLLE

27 Settembre 2017 - Visite (627)

Condividi con:

  • Difficoltà
    Media
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    4
  • Cottura
  • Preparazione

La prima pioggia senza tuoni, stivali, torce, sacchi di plastica e si partiva per la raccolta delle lumache. Bei ricordi. Preparate dalle mani sapienti di Mamma Grazia.

INGREDIENTI

1 kg Lumache
400 gr Polpa di pomodoro
3 Cipolle
2 foglie Basilico in foglie
1 cucchiaio Sale
1 Peperoncino fresco
2 cucchiaio Olio extravergine d'oliva
q.b. Sale

PROCEDIMENTO

Il primo giorno :

il giorno delle loro raccolta, metterle in una pentola, coprirle con il coperchio e un peso sopra, lasciarle a spurgare per 2 giorni

Il terzo giorno :

sciacquarle in acqua corrente, metterle dentro una pentola larga, ricoprirli di acqua fredda e con il coperchio lasciandole così per 1 notte o almeno 12 ore.

La cottura :

l'indomani, vanno prese tutte le lumache fuoriuscite dal guscio, si lavano e sciacquano un paio di volte. Metterle in pentola a cuocere con acqua fredda, a fiamma bassa.  Appena vengono tutte a galla, si alza la fiamma e vi si butta il sale.  Proseguire la cottura per 3 minuti e colarle.

In salsa :

in una padella larga e con i bordi alti, fare stufare con acqua la cipolla tagliata a fette sottili, farla rosolare con 2 cucchiai di olio extravergine.  Aggiungere la polpa e le foglie di basilico
proseguendo la cottura per altri 10 minuti. Unirvi le lumache e condire con il peperoncino, l'origano.
Aggiustare di sale, cuocere per altri 10 minuti e servire.

 

Food blogger

Lauretta Corrado
Salve,sono Corrado,nato e cresciuto a Modica,da qualche anno mi sono trasferito ad Alba (cn)dove lavoro come operaio specializzato in Ferrero occupandomi dell' Estathè in bicchiere.Ho portato con me oltre la passione, che ho da tanti anni, di cucinare, anche le antiche ricette tramandate da generazione.La mia è una cucina amatoriale, che si basa principalmente su tutto cio' che di buono possa offrire l'arte culinaria della Contea di Modica ( e non solo )una cucina povera ma ricca di gusto, e tramite i blog e i social sto condividendo questa mia passione.

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricette correlate

BUCCELLATI

Nel periodo antecedente il Natale, già a partire da novembre, è facile trovare questi dolcetti sulle nostre tavole. Ogni famiglia ha una ricetta personalizzata…
Polpette di sarde in agrodolce

POLPETTE DI SARDE IN AGRODOLCE

Le Polpette di sarde in agrodolce sono un antipasto tipico siciliano, che può essere consumato anche come secondo. Da preparare in anticipo e gustare…

TRECCINE

Soffici trecce ricoperte di zucchero che solo a pensarci adesso, riaffiorano ricordi di quand'ero piccolina. Peccato che entrando in un panificio qui in Belgio…

TENERUMI IN TEGAME

In Sicilia, della pianta delle Zucchine lunghe, non si butta niente, sopratutto le foglie, chiamate Tenerumi (in Puglia i ciamano Pezze) che danno vita…

ARANCINA AL CIOCCOLATO

Perche' mangiare le arancine soltanto in versione salata?? Questa e' una versione dolce ai miei bambini piacciono molto ... ..... e perche' non provare…

Diventare Food Blogger non è mai stato così facile

PROMUOVI I TUOI PRODOTTI

Seguici anche su

Tante ricette ti aspettano