L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Contorni

PATÈ DI POMODORI SECCHI

17 Settembre 2017 - Visite (711)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    6
  • Preparazione

Un gustoso patè che potete utilizzare per condire delle bruschette, da solo o in aggiunta a del pecorino o del parmigiano grattuggiato.  Potete utilizzarlo come condimento per una pasta, magari aumentando leggermente la quantità di olio e mixandolo più a lungo per crearne un pesto. Ottimo anche per aumentare il gusto dei minestroni o delle minestre di legumi.

 

INGREDIENTI

400 gr Pomodoro secchi
5 spicchi Aglio
1 mazzetto Foglie di basilico
50 gr Capperi
2 cucchiaio Tabasco
600 gr Olio extravergine d'oliva

PROCEDIMENTO

Se decidete di fare i pomodori secchi partendo da quelli freschi :

Tagliare a metà, per la lunghezza, i pomodori e disporli su delle tavole esposte al sole, spargendoli di sale e girandoli di tanto in tanto. La sera coprirli e metterli al chiuso per evitare che assorbano l'umidità notturna. La mattina dopo ripetere il procedimento. In base al caldo e all'esposizione solare, nel giro di 4- 5 giorni i pomodori dovrebbero essere pronti da conservare.

 

 

Proseguire nella lettura della ricetta.

Se invece avete comprato i pomodori già secchi:

Prendere i pomodori e sciacquarli in acqua tiepida in modo da rimuovere l'eccesso di sale.

Disporli su un canovaccio al sole per circa un'ora per lato aprendone i bordi.

 

Dopo che i pomodori saranno ben asciutti metterli in un  frullatore o in un mixer insieme alle foglie di basilico, agli spicchi d'aglio, i capperi e qualche goccia di tabasco (se preferite il gusto piccante). Aggiungere l'olio e.v.o a filo e continuare a frullare fino alla consistenza desiderata.

Dovete ottenere una crema che sia abbastanza facile da spalmare.

 

Invasare il patè in barattoli che avrete prima lavato e sterilizzato insieme ai tappi, facendoli bollire circa 30 minuti dal momento del bollore e averli asciugati molto bene.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tappare e conservare in un luogo fresco e asciutto.

 

Man mano che vengono consumati aggiungere olio e.v.o in modo che il patè sia sempre coperto e conservarlo in frigo.

 

CONSIGLI DELLO CHEF

Potete anche omettere il tabasco se non preferite il gusto piccante.

Food blogger

Pietro e Manu Zizzo
Le nostre terre di nascita Sicilia (Pietro) e Calabria (Manu) ci portano a confrontarci e a stimolarci a vicenda in cucina. Siamo una coppia affiatata, incuriosita dalle nostre tradizioni culinarie territoriali e non solo. Abbiamo una grande voglia di migliorare e di provare sempre nuove ricette e nuovi accostamenti di gusto.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

INSALATE SICILIANA DI ARANCE

In sicilia si trovano degli agrumi eccezionali che molto spesso non vengono apprezzarti. Io li uso molto e adoro preparare quest'insalata siciliana. Un'insalata profumata…

CAPONATA DI PATATE

La denominazione caponata deriva dal fatto che in origine, fra gli ingredienti principali, ci fosse  il pesce capone.  In seguito,il ceto popolare, legato alla…

CARCIOFI IN TEGAME

carciofi in tegame o "ammuddicati", sono una ricetta tradizionale siciliana, conosciuta e preparata in ogni parte dell’isola.

SFORMATINI DI CARCIOFI CON FONDUTA LEGGERA

Gli sformatini di carciofi con fonduta leggera sono una di quelle ricette semplici e gustose che risolvono  mille situazioni:  secondo l'occasione si può proporre come un elegante…

Diventare Food Blogger non è mai stato così facile

PROMUOVI I TUOI PRODOTTI

Seguici anche su

Tante ricette ti aspettano