L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Piatti unici

QUINOA IN CESTINI DI PEPERONI

2 Gennaio 2017 - Visite (150)

Condividi con:

  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    4
  • Cottura
  • Preparazione

Sapevate che la "Quinoa " non è un cereale ?Devo confessare che tempo fa anch'io pensavo lo fosse.Coltivata nelle Ande da oltre 5000 anni, la Quinoa è chiamata "la madre dei semi " o "l'oro degli Inca". E’ un “falso cereale” in quanto gli assomiglia e viene utilizzato per lo più come se lo fosse ma non lo è perchè non appartiene alla famiglia delle graminacee, anzi, le sue proprietà la fanno assomigliare più ad una verdura . Ha moltissime qualità  come il rappresentare una buonissima risorsa di proteine, fibre e minerali, e da non trascurare il suo potere di alta digeribilità .Ma il pregio maggiore é dato dal fatto che è completamente priva di glutine,quindi è adatta per i celiaci ,per gli adulti come per i bambini ,e poi  come non dimenticare quella di avere poche calorie? E, ultima ma non meno importante, quella di essere anche molto semplice da cucinare....cosa si può volere di più!!

Di Quinoa ci sono diverse varietà anche se nei nostri mercati sostanzialmente ne troviamo solo tre :la bianca ,la rossa e la nera, di cui la prima dal gusto più neutrale e le altre dal gusto più intenso.

In ogni caso è un prodotto  versatile , lo si può usare in preparazioni salate e perfino dolci,io ho usato la qualità bianca e preparato un piatto salato

 

 

INGREDIENTI

200 gr Quinoa
2 Zucchine genovesi
4 Peperoni
2 Melanzana
1 Carota
50 gr Olive verdi denocciolate in salamoia
q.b. Coriandolo
q.b. Zenzero in polvere
q.b. Curcuma in polvere
q.b. Succo limone
q.b. Sale
q.b. Olio extravergine d'oliva

PROCEDIMENTO

La prima operazione da compiere è la preparazione dei peperoni.

Lavarli , togliere la calotta con il suo picciolo ,pulirli dei semi e filamenti.IMG_20161218_130535

Tolto il picciolo, ho ridotto la calotta a quadrotti , che  ho passato al forno con i cestini di peperoni  per circa 25 minuti secondo il vostro forno.

Adesso preparate la quinoa che va sciacquata sotto l'acqua per via del suo naturale rivestimento  chiamato saponin, che potrebbe rendere i  semi, una volta cotti, di un sapore amaro, ma state attenti usate un colino a rete fitta ,altrimenti rischiate di perderla.

Passiamo alla cottura :

se vogliamo risaltare al massimo il gusto della quinoa  bisognerebbe ,passarla in padella tostandola con un filo d'olio,e poi aggiungere  acqua nel doppio del suo peso , cioè se io ho fatto 200 grammi di quinoa ,aggiungerò 400 grammi di acqua, in ogni caso seguite le indicazioni della confezione.Io ho saltato la fase della tostatura ,ed ho fatto bollire la quinoa per 15 minuti

IMG_20161219_184227

Cotta la quinoa la mettiamo a raffreddare, mentre prepariamo il resto delle verdure

Prendiamo le zucchine e le melanzane che  tagliamo a cubetti e passiamo a stufare in padella ,insaporendo con ,zenzero,coriandolo, curcuma,sale e pepe

IMG_20161219_184109IMG_20161219_184548

A questo punto ci resta solo di ridurre a bastoncini la carota,a casa mia piace croccante e l'ho inserita cruda ,ma potete cuocerla con le verdure

IMG_20161219_190152

Prepariamo anche le olive IMG_20161219_185657

Adesso è tutto pronto ,in una ciotola dove avevate messo a raffreddare la quinoa, unite le verdure ,le olive, le carote ,amalgamare il tutto con olio e succo di limone ,regolandovi secondo il vostro gusto

Potete riempire i peperoni , ma potete presentare questo piatto diversamente ,lascio a voi la fantasia...

 

 

 

Food blogger

Maria Concetta Todaro
Maria Concetta Todaro è una moglie, mamma e nonna .Ho tanti hobby ma quello che mi appassiona maggiormente è cucinare,perchè credo che cosa più bella non ci sia che ritrovarsi attorno un tavolo .Stare insieme a tavola è uno dei modi migliori per socializzare, perché il pasto è una pausa dagli impegni, nella quale ci si può concentrare su quello che si mangia, ma anche sulla compagnia di chi condivide con noi questo momento:infatti, la tavola non è solo il posto dove ci si nutre ma è soprattutto un luogo di condivisione, di aggregazione e di scambio di emozioni.Seguendo questa filosofia metto tanto amore in tutto quello che preparo ,amore che si concretizza quando leggo la soddisfazione dei commensali....spero che dal mio tavolo questo amore possa giungere al vostro in una unica tavolata ideale di gusto, sapori ed emozioni.

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Ricette correlate

TABULE’

Il Tabbouleh o Tabulè è un piatto tipico orientale, a base di bulgur  e ortaggi che si presta benissimo nei periodi estivi in quanto fresco…

ARANCINI (RICETTA BASE)

Piatto tipico siciliano, mangiato a tutte le ore ed è utilizzato nelle feste e nelle cene tra amici. Si può condire come si vuole…

AGRETTI AL SUGHETTO DI TONNO

Fino a qualche anno fa nemmeno sapevo cosa fossero gli agretti (conosciuti anche come barba di frate), poi un giorno li ho trovati al…

Diventare Food Blogger non è mai stato così facile

PROMUOVI I TUOI PRODOTTI

Seguici anche su

Tante ricette ti aspettano