L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Impasti lievitati

LIEVITO MADRE SOLIDO

5 Aprile 2016 - Visite (14595)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Media
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    1
  • Preparazione

Ci vorrà un pò di pazienza... ma vi assicuro che avrete tutte le soddisfazioni possibili!! Pane, pizza,cornetti, pan briosche e tutto quello che desiderate tra i  lievitati naturali...... partite da qui, avrete la vostra creatura che, se trattato e nutrito bene,  non vi deluderà mai 🙂

INGREDIENTI

200 gr Farina di semola
50 ml Acqua imbottigliata
125 ml Un vasetto di yogurt magro

PROCEDIMENTO

Mettete la farina in una ciotola, unite il vasetto di yogurt e lavorate con una forchetta,unite l'acqua e lavorate per bene fino ad ottenere un bel panetto sodo...

12959349_1559390491058067_748489013_o

.....che andrete a mettere in un contenitore di vetro, dove resterà per  48  ore, coperto da pellicola bucherellata,a temperatura ambiente.

Al termine della 48 ore, il panetto sarà lievitato.. non troppo non preoccupatevi!

Tresferite 200 gr di lievito dentro una ciotola, il resto per il momento va buttato.

Unite 100 ml di acqua e 200 gr di farina di grano duro di semola.

Lavorate il tutto, create nuovamente il panetto ben sodo, se necessita di altra farina potete aggiungere e mettetelo dentro il contenitore di vetro, lavato e asciugato .

Lasciate lievitare il panetto 24 ore prima di un'altro rinfresco,sempre temperatura ambiente.

Rinfrescate tutti i giorni, per 15 giorni almeno, sempre nello stesso modo sopra descritto (200 gr di lievito con 100 ml di acqua e 200 gr di farina di grano duro di semola, ogni 24 ore. La parte in eccesso va buttata , fino a che il lievito non avrà preso forza).

Il lievito dopo il rinfresco dovrebbe lievitare il doppio.

Dopo il 15° giorno il lievito dopo il rinfresco può essere usato! e da adesso dopo ogni rinfresco ,aspettate 1 ora e mettetelo in frigo.

12959308_1559390347724748_1420544920_o

 

Basterà rinfrescare ogni 5--giorni.... per tenerlo in vita se non viene usato.

 

CONSIGLI DELLO CHEF

Prima di utilizzare il vostro lievito per fare un impasto, vi consiglio di rinfrescarlo due volte prima.....sarà più forte !

Non appena il lievito avrà preso vita e dovendolo rinfrescare, ci saranno quantità in eccesso. Con queste si possono fare tanti impasti. Ve ne parlerò più avanti, ma se avete bisogno, chiedete pure 🙂

Informazioni sull'autore

Luisa Di Maggio
Sono Luisa Di Maggio sono nata a Catania e ci vivo... Adoro cucinare!!!...... Appassionata nella panificazione con lievito madre,amo usare la frutta nei secondi piatti. Amo pasticciare e mettermi in gioco.....
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Commenti

  1. 5 Aprile 2016

    Antonella Somma

    se dovessi impastare una pizza usando 1 Kg di farina quanto lievito madre devo aggiungere e devo mettere anche il lievito di birra o quello essiccato? Grazie Antonella

    Rispondi
    • 6 Aprile 2016

      Luisa Di Maggio

      se usi il lievito madre non occorre usare altri lievitanti. io su un kilo di farina metto 300 gr di lievito madre.. e lascio lievitare almeno 18 ore… poi le dosi cambiano in base alla rietta

      Rispondi
  2. 6 Aprile 2016

    Giovanna Amato

    Va messo in frigo durante la preparazione?

    Rispondi
  3. 6 Aprile 2016

    Luisa Di Maggio

    ciao Giovanna. no,fuori a temperatura ambiente

    Rispondi
  4. 22 Aprile 2016

    teresa

    come si conserva il lievito madre, si potrebbe congelare?

    Rispondi
  5. 23 Aprile 2016

    Luisa Di Maggio

    ciao Teresa. si conserva in frigo,rinfrescato dure 7 giorni… ogni settimana si rinfresca. io non ho mai provato a congelarlo.
    Non sò che reazione potrebbe avere…. ciao

    Rispondi
  6. 8 Maggio 2016

    francesca

    SU UN kg DI FARINA METTI 300GR DI LIEVITO MADRE , E QUANTA ACQUA ? IL RESTANTE LIEVITO VA RINFRESCATO E CONSERVATO IN FRIGO ?

    Rispondi
    • 20 Maggio 2016

      Luisa Di Maggio

      Ciao e scusa il ritardo,l’acqua varia in base alla ricetta…. a volte ne serve 200 come 500 su un kilo di farina… il rimanente lievito lo metto in frigo… se ne rimane poco .l’ho rinfresco nuovamente e conservo in frigo qualche ora dopo……

      Rispondi
  7. 20 Maggio 2016

    Sam

    Ciao. Voglio cimentarmi nella preparazione.
    Domanda: tu concludi dicendo: Prima di utilizzare il vostro lievito per fare un impasto, vi consiglio di rinfrescarlo due volte prima…..sarà più forte”: in che senso? Gia’ lo rinfreschero’ ogni 5/6gg per tenerlo in vita. Se voglio preparare qualcosa oggi, e l’ultima rinfrescata lo fatta ieri, come devo procedere? E poi: avro’ a disposizione “solo” 200 gr di lievito madre. Nessuno mi impedisce di fare doppia quantita’, vero?
    Grazie

    Rispondi
    • 20 Maggio 2016

      Luisa Di Maggio

      Ciao Sam…. io prima di utilizzarlo lo rinfresco 2 volte consecutive, esempio.
      rinfresco 200 di lievito con 200 di farina e 100 ml di acqua alle 15:00,poi rinfresco alle nuovamente alle 18… alle 20 è fortissimo e pronto a qualsiasi uso……. spero di esser stata chiara

      Rispondi
  8. 4 Ottobre 2016

    Anna

    Ciao Luisa sto preparando il lievito madre posto da te sono arrivata alla seconda fase il rinfresco dp le 48ore volevo sapere se metterlo in frigo o no.grazie

    Rispondi
  9. 4 Ottobre 2016

    Luisa Di Maggio

    Ciao Anna.
    Iprimi 10 giorni non occorre il frigo,perchè rinfreschi tutti i giorni.
    dopo il decimo giorno si,dopo ogni rinfresco metti in frigo appena cresce…

    Rispondi
  10. 22 Novembre 2016

    Diana

    Ciao Luisa io sto provando a creare il lievito madre ho però seguito una ricetta che non prevede lo yogurt solo 200 g di farina e 100 di acqua, stasera alle 72 ore ho prelevato 200 g di lievito aggiunto 200 farina e 100 di acqua e formato un’altro panetto che dovrò stavolta ripetere il rinfresco alle 24 ore e per 5 giorni. Adesso leggendo questa ricetta mi sta venendo il dubbio se continuare o cambiare con questa da te proposta. Volevo chiederti se il procedimento che sto usando può andare ugualmente bene

    Rispondi
    • 23 Novembre 2016

      Luisa Di Maggio

      Ciao Diana,Purtroppo senza uno starter (inquesto caso lo yugurt)il tuo lievito non sarà abbastanza forte.
      Ti consiglio di iniziare questa ricetta già collaudata,io non ti posso garantire la riuscita del tuo attuale tentativo di lievito madre,questo sarebbe forte abbastanza da poter sostenere lievitati di qualsiasi genere.
      Sul sito troverai tante ricette relative al lievito madre…
      Un caloroso saluto Luisa

      Rispondi
  11. 30 Novembre 2016

    Anna

    Tu usi semola rimacinata, se uso Manitoba vabene? Vorrei cimentarmi in grandi lievitati, panettone e pandoro e li usano la Manitoba, nn vorrei che tra il lievito cn la semola e l’impasto cn la Manitoba uscisse nn bene l’impasto, tu che mi consigli?

    Rispondi
  12. 30 Novembre 2016

    Luisa Di Maggio

    Ciao ANNA…
    Se devi crearlo io ti consiglio di seguire la ricetta,la semola è più forte.
    Puoi convertire il rinfresco ad ogni esigenza ad esempio…
    rinfreschi tutto il lievito madre, appena lievita ne prendi una parte e la rinfreschi con manitoba.. il resto lo lasci in semola e rimetti in frigo…

    Rispondi
  13. 27 Marzo 2018

    Elisabetta

    Ciao Luisa,
    La dimensione del contenitore di vetro è importante? Te lo chiedo perché non avendo un barattolo grande ho utilizzato una ciotola e già dal mio secondo rinfresco il panetto ha aumentato volume. Dubbio: se la ciotola è troppo grande il panetto lievita troppo?
    Grazie
    Elisabetta

    Rispondi
  14. 25 Marzo 2020

    Cristina

    Ciao Luisa, ho fatto ieri il lievito madre ma al posto dello yogurt ho messo come da ricetta il miele, domani devo fare il 1° rinfresco, ho visto che già al 1° giorno sta lievitando e al posto della farina rimacinata ho usato la farina 00

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

NIKUMAN O BAOZI

La mia passione per il cibo orientale mi porta spesso a sperimentare ricette,questi panini sono assolutamente fantastici, si sciolgono in bocca e considerando il…

PIZZA CON LIEVITO MADRE

Da quando ho iniziato a curare il mio lievito madre (lo chiamo buffetto, nome scelto da mia figlia di 2 anni), amo impastare e…

FOCACCIA TRAMEZZINO

Ricetta da usare per feste, occasioni e quando non si sa cosa preparare in vista di cene con amici  

Pubblicità

Ad