L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Impasti lievitati

PANINI SOFFICI SOFFICI

12 Febbraio 2018 - Visite (3280)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    15
  • Cottura
  • Preparazione

Come nascono i miei Panini soffici soffici ?

Questo pomeriggio ero in vena di creare qualcosa di mio e ho modificato una mia vecchia ricetta trasformandola in un soffice e spugnoso impasto per panini tipici della mia zona

Questi panini  piacciono tanto ai bimbi e agli adulti e li ho realizzati usando farine di tipo 1 e semola di grano duro, che non sempre rendono gli impasti soffici.

INGREDIENTI

300 gr Farina tipo 1
300 gr Acqua
3 cucchiaini Zucchero di canna
1 bustina Lievitodi birra disidatato
400 gr Farina tipo 1
400 gr Semola di grano duro
350 gr Acqua
80 gr Olio d'oliva
3 cucchiaini Sale dell'himalaya
q.b. Semi di sesamo

PROCEDIMENTO

Realizziamo insieme i Panini soffici soffici :

Preparare un pre-fermento sciogliendo una bustina di lievito in 300 gr di acqua tiepida assieme allo zucchero.

Aspettare 10 minuti, aggiungere 300 gr di farina di tipo 1 e impastare.

Tenere al caldo coperto con pellicola per circa 1 ora

Panini soffici soffici

Adesso aggiungere 400 gr di farina tipo 1, 400 gr di  semola, 350 gr di acqua tiepida , 80 gr di olio di oliva e 3 cucchiaini di sale, impastare e lasciare a riposo finché l'impasto non sarà al raddoppiato

Panini soffici soffici

 

A questo punto trasferire l'impasto sulla spianatoia

Panini soffici soffici

 

Quindi tagliare circa 130 gr di impasto per ogni panino e con il mattarello creare una forma allungata

Panini soffici soffici allungato

 

Adesso arrotolare la forma su se stessa

Panini soffici soffici rotoli Panini soffici soffici arrotolati   

e per concludere, passare un lato sul sesamo

Panini soffici soffici sesamo

Lasciate riposare i vostri panini in forno con luce accesa per un'altra ora

Panini soffici soffici teglia

Infine infornare a 200 gr per circa 20 minuti

Panini soffici soffici cotti

Buon Appetito !

Panini soffici soffici

CONSIGLI DELLO CHEF

Potete sostituire lo zucchero di canna con il semolato bianco e il sale dell'Himalaya con il classico.

L'impasto deve rimanere sempre molto caldo.


Se avete del lievito madre vi consiglio di realizzare anche il Pane Tutto Semola e il Pane di Semola rimacinata e Farina di tipo 1

A presto !

 

Informazioni sull'autore

Danica Di Marco
Ciao a tutti,mi chiamo Danica sono una mamma e moglie che lavora,ho tante passioni ma la cosa che mi piace più in assoluto è stare tra i fornelli e inventare sempre qualcosa di nuovo che sia sfizioso e spesso sano,mi piace provare nuovi gusti e sono molto legata alle tradizioni del mio paese,la mia cucina è vasta,adoro i piatti vegetariani ma anche vegani,adoro preparare i primi piatti ma anche i secondi,cucino tutto senza lattosio e ogni tanto senza glutine,adoro impastare e panificare sia con lievito normale che con pasta madre o licoli e sopratutto adoro le lunghe lievitazioni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

CORNETTI AL LATTE

Un impasto per realizzare dei morbidi cornetti davvero versatili. Potete servirli dolci con marmellata o salati con affettati. Vi spiego la ricetta.

FOCACCIA RIPIENA IN PADELLA

Ci sono molte varietà di focacce A parte il tempo di lievitazione, questa è molto facile da preparare e già con un buon ripieno.…

PASTA FROLLA AL CACAO

La pasta frolla al cacao è una variante della ricetta della pasta frolla classica. L'aggiunta del cacao gli dona quel sapore di cioccolato che…

U SFINCIUNI (SFINCIONE PALERMITANO)

Lo sfincione è un piatto tipico della gastronomia palermitana,una pizza molto lievitata, non è soltanto un cibo,  ma è tradizione, storia e cultura. Ogni palermitano doc…

I NODINI ALL’AGLIO DI MARIA

Questi nodini prendono il nome dalla mia amica Maria che me li ha fatti conoscere e da allora non mancano mai sulla mia tavola,…

Pubblicità

Ad