L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Contorni

MELENZANE SOTT’OLIO

1 Settembre 2016 - Visite (1114)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    1
  • Preparazione

Tempo d'estate e di provviste per l'inverno. Ecco pronte le 'melenzane sott'olio', un ottimo contorno o anche un'aggiunta di antipasto adatto a tutte le stagioni e a tutti i palati. Mio marito e mia figlia ne sono ghiotti, ma specialmente quando viaggiano in camper e perciò quest'anno ne ho fatte di più. Ne ho provate tante di ricette, ma questa suggeritami dalla mia vicina di casa le batte tutte, perchè anche a distanza di tempo le melenzane non si impregnano di olio nè diventano mollicce, in pratica sono gustosissime.

INGREDIENTI

6 kg Melenzane
q.b. Sale
4 Limoni
q.b. Acqua
750 ml Aceto bianco
1500 ml Vino bianco
q.b. Olio extravergine d'oliva
q.b. Foglie di menta
q.b. Aglio
q.b. Peperoncino a pezzettini

PROCEDIMENTO

14095768_10205067310162963_862240829039990857_n

Sbucciare le melanzane e sistemarle in un recipiente contenente acqua (in base alla capacità del vs recipiente) e limoni (succo e limoni spremuti completi di scorza) in modo che non anneriscano. Potete anche farne una decina alla volta e poi procedere con l'affettatura.

Poi tagliarle a fettine non troppo sottili (si possono fare anche a filetti, dipende dai gusti) e sistemarle ordinatamente in uno scolapasta (posto all'interno di un recipiente in grado di contenere l'acqua che fuoriuscirà dalle melanzane). Procedere alla realizzazione di uno strato, salare e continuare così fino a completamento (possono essere necessari anche 2 o più scolapasta).

A conclusione posizionare sulle melanzane un piatto vuoto e sopra una pentola piena d'acqua (come peso) in modo da schiacciare le melanzane e aiutare la fuoriuscita dell'acqua.

Far riposare in questo modo per 4/5 ore (consiglio di farle la mattina presto e procedere poi verso le 15 con il passaggio successivo).

Trascorso il tempo far bollire in una pentola capiente il vino bianco e l'aceto. Poi spegnere il fuoco e tuffarvi all'interno le melanzane (senza lavarle per privarle del sale, poichè questo serve a conservarle), facendo attenzione a coprirle bene con il mix di aceto e vino e poi mettere sopra un piatto (come peso) e chiudere con il coperchio della pentola.

Lasciare così, affinchè si raffreddino fino al mattino seguente.

Poi scolarle e lasciarle nello scolapasta per un paio di ore, affinchè perdano i liquidi in eccesso e si asciughino.

Tagliare l'aglio e  i peperoncini a pezzetti, e dividere la menta in foglie.

Procedere poi all'invasamento delle melanzane.

Fare uno strato abbondante di melanzane nel barattolo di vetro poi aggiungere l'aglio, il peperoncino e la menta, poi ancora le melanzane e continuare così, alternando le melanzane con gli aromi fino a riempimento del barattolo. Capovolgere il barattolo per far cadere l'acqua ancora in eccesso e poi completare con l'inserimento dell'olio EVO. Inserire anche degli stecchini nel barattolo in modo che l'olio cada anche verso il fondo.

Tenere così fino al giorno dopo, aggiungere poi dell'altro olio (se necessario), chiudere i barattoli e conservare in un luogo buio.

14183806_10205067308882931_1262139804636297031_n 14202696_10205067310402969_2871236864774211753_n 14203193_10205067308322917_4435032515643382043_n 14212211_10205067308082911_1314988982080597358_n

CONSIGLI DELLO CHEF

Prima di assaggiarle consiglio di aspettare almeno 3/4 gg in modo che si insaporiscano.

Informazioni sull'autore

Luisa Pontillo
Mi chiamo Luisa Pontillo e vivo a Grassano, un piccolo paese della Basilicata in provincia di Matera. Sono un’insegnante esperta di lingua inglese e mi occupo soprattutto di certificazioni linguistiche, ma sono anche moglie e mamma di Chiara, una ragazzina di 13 anni. Sono una camperista e amo viaggiare per conoscere e scoprire nuovi posti, dolci e piatti da poter poi riprovare e riproporre a casa e con gli amici. Sono sempre in movimento (non mi fermo mai) e soprattutto sempre pronta ad impastare. Il mio hobby? La pasticceria dolce e salata. Sin da bambina mi divertivo ad aiutare mia nonna materna (ora 95 anni) in pasticceria e questa passione non mi ha più abbandonata, anzi mi segue anche nella professione di insegnante; infatti ai miei studenti, a fine anno scolastico, propongo sempre una simulazione dell’English Tea time durante il quale ci cimentiamo nella preparazione di dolci tipici inglesi.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

CARCIOFI FRITTI DORATI

I carciofi fritti dorati sono un contorno delizioso che normalmente si prepara la domenica e nei giorni di festa. La preparazione è abbastanza semplice,…

PATATE DUCHESSA

Le patate duchessa sono un contorno molto saporito da gustare ma anche molto carino dal punto di vista estetico. La ricetta prevede delle semplici…

PEPERONATA ALLA SICILIANA CON PATATE

La peperonata siciliana è una vera bomba della cucina siciliana,  soprattutto se gustata fredda con tanto tanto pane,  magari del buon pane casereccio. I peperoni…

ZUCCHINETTE RIPIENE

Le zucchine ripiene sono uno dei piatti più gustosi da forno della nostra cucina. La ricetta tradizionale prevede un composto di carne, molto ricco e…

Pubblicità

Ad