L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Impasti lievitati

PANBRIOCHE METODO CON WATER ROUX E YOGURT

8 Febbraio 2017 - Visite (616)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    10
  • Cottura
  • Preparazione

I lievitati sono una mia passione, e quando navigando nel web trovo qualcosa di nuovo per me, non mi lascio sfuggire l'opportunità di sperimentare. Questa ricetta è una delle mie preferite e la tiro fuori quando ho poco tempo per fare un panbrioche con il  mio lievito madre. Il risultato è veramente ottimo per la sofficità e la durata della freschezza, anche senza l'uso di uova, perchè il water roux agisce sulla struttura dell'impasto, e poi lo yogurt completa l'opera. Vi chiederete cos'è questo water roux!!Semplicemente uno starter, cioè un miglioratore di impasti, che si ottiene dalla miscela di acqua e farina sul fuoco fino a diventare una sorta di besciamella densa e gelatinosa, non intimiditevi, occorre pochissimo tempo a farlo ed è facilissimo...provare per credere

INGREDIENTI

300 gr Farina 0
200 gr Farina manitoba
1 bustina Lievito secco
120 gr Yogurt bianco
120 gr Water roux
60 gr Latte
40 gr Zucchero
1 cucchiaino Miele
8 gr Sale
40 gr Olio extravergine di oliva
25 gr Farina
125 gr Acqua

PROCEDIMENTO

Preparazione water roux

in un pentolino mettere la farina e aggiungere poco per volta l'acqua,mescolare velocemente e per bene con una frusta per non fare grumi. Accendere il fuoco a minimo  e continuare a mescolare fino a quando sarà diventato denso e gelatinoso ( 65° se volete essere precisi ma ad occhio si capisce ) dal colore traslucido,  coprire con pellicola a contatto e fare raffreddare. Si conserva per due giorni in frigorifero,quindi potete prepararlo comodamente anche in anticipo

Preparazione impasto panbrioche

Sciogliere il lievito nel latte tiepido con un cucchiaino di zucchero preso dal totale

fare fare la schiumetta e in planetaria aggiungerlo alla farina setacciata,

azionare e andare ad aggiungere il water roux,lo yogurt e lo zucchero restante

se occorre aggiungere altro latte, perchè non tutte le farine assorbono allo stesso modo

aggiungere il sale e per finire l'olio a filo

impastare fino a distacco dell'impasto dalla ciotola(circa 15 minuti)

dopo un giro di pieghe , dare la forma rotonda, riporre in ciotola l'impasto per il riposo fino al raddoppio,circa 1 ora e mezza /due ore

rovesciare sul piano di lavoro infarinato e dividere l'impasto i 4 parti uguali,

allargare ciascun pezzo( con le mani per non far disperdrei gas di lievitazione) dando la forma di rettangolo, e arrotolare

posare i 4 rotolini in uno stampo da plumcake con carta forno,coprire con pellicola e far riprendere la lievitazione fino al raddoppio ,deve raggiungere il bordo dello stampo

cuocere in forno preriscaldato a 170°, dopo averlo spennellato delicatamente con il latte, per circa 30 /35 minuti secondo vostro forno, di cui i primi 15 con pentolino di acqua, e gli ultimi 5 con forno a spiffero

fare raffreddare su una gratella ed ecco il taglio

 

 

 

 

 

 

 

 

CONSIGLI DELLO CHEF

La quantità di zucchero è dosata per un gusto neutro, da poter utilizzare sia per il dolce che il salato, nel caso si volesse più dolce aumentare lo zucchero fino a 80 g, potete diversificare il tipo di farine, e usare liquidi che vi sono più congeniali, come latte di soia o riso ,la stessa cosa per lo yogurt

Food blogger

Maria Concetta Todaro
Maria Concetta Todaro è una moglie, mamma e nonna .Ho tanti hobby ma quello che mi appassiona maggiormente è cucinare,perchè credo che cosa più bella non ci sia che ritrovarsi attorno un tavolo .Stare insieme a tavola è uno dei modi migliori per socializzare, perché il pasto è una pausa dagli impegni, nella quale ci si può concentrare su quello che si mangia, ma anche sulla compagnia di chi condivide con noi questo momento:infatti, la tavola non è solo il posto dove ci si nutre ma è soprattutto un luogo di condivisione, di aggregazione e di scambio di emozioni.Seguendo questa filosofia metto tanto amore in tutto quello che preparo ,amore che si concretizza quando leggo la soddisfazione dei commensali....spero che dal mio tavolo questo amore possa giungere al vostro in una unica tavolata ideale di gusto, sapori ed emozioni.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

NODINI DI PIZZA AL ROSMARINO

Ho assaggiato questi nodini per la prima volta in una pizzeria,ce li avevano serviti aspettando la pizza accompagnati da un olio con dentro acciughe,aglio…

PIZZE FRITTE E BACCALÀ

Una prelibatezza della provincia di Foggia. Si tratta di frittelle di pasta di pane che contengono pezzi di baccalà sfilettato. Ottime da gustare soprattutto…

Diventare Food Blogger non è mai stato così facile

PROMUOVI I TUOI PRODOTTI

Seguici anche su

Tante ricette ti aspettano