L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Secondi piatti

SARDE A BECCAFICO ALLA PALERMITANA

17 Febbraio 2017 - Visite (299)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    4
  • Cottura
  • Preparazione

Le sarde a beccafico sono un tipico piatto della tradizione palermitana che viene presentato come antipasto o come secondo piatto, è un piatto dalle origini umili, e come tanti altri ad imitazione di  una pietanza servita nell'aristocrazia locale cioè i beccafichi ripieni. Questi uccelli, che venivano  cacciati dai nobili siciliani ,venivano cucinati e  farciti con le loro stesse interiora.Questo piatto prelibato riservato a pochi , fu ricreata con degli ingredienti poveri e facilmente accessibili ,così le sarde sostituirono i volatili, la mollica di pane e i pinoli presero il posto delle interiora degli uccelli. Nacque così la ricetta delle sarde a beccafico, oggi molto famosa soprattutto a Palermo e dintorni: qui le sarde sono arrotolate su un ripieno a base di pangrattato e cotte in forno. Il piatto è famoso in tutta la Sicilia, ma in base alla provincia di appartenenza è possibile trovare delle varianti. A Catania, per esempio, le sarde a beccafico sono farcite con caciocavallo e successivamente fritte. Quella che vi propongo  è la ricetta delle sarde a beccafico secondo la tradizione palermitana.

INGREDIENTI

500 gr Sarde deliscate
2 cucchiaio Passolina e pinoli
100 gr Pangrattato
1 Limone
3 cucchiaio Olio extravergine d'oliva
q.b. Sale
q.b. Pepe
q.b. Foglie di alloro

PROCEDIMENTO

Prima di tutto pulire e diliscare le sarde

in una padella fate tostare il pangrattato con l'olio,aggiungere al  pangrattato la passolina e pinoli,il succo del limone,sale,pepe,aggiustare con un pò di olio se il composto risulta troppo asciutto

Disponete poco ripieno su ogni sarda e arrotolatela su se stessa.

Disponete di volta in volta gli involtini formati in una pirofila da forno, alternandoli con delle foglie di alloro

Una volta riempita tutta la pirofila, irrorate con un altro filo d’olio. Cuocete in forno a 180 °C per 15 minuti.

Buon appetito

 

 

 

 

 

 

 

Food blogger

Maria Concetta Todaro
Maria Concetta Todaro è una moglie, mamma e nonna .Ho tanti hobby ma quello che mi appassiona maggiormente è cucinare,perchè credo che cosa più bella non ci sia che ritrovarsi attorno un tavolo .Stare insieme a tavola è uno dei modi migliori per socializzare, perché il pasto è una pausa dagli impegni, nella quale ci si può concentrare su quello che si mangia, ma anche sulla compagnia di chi condivide con noi questo momento:infatti, la tavola non è solo il posto dove ci si nutre ma è soprattutto un luogo di condivisione, di aggregazione e di scambio di emozioni.Seguendo questa filosofia metto tanto amore in tutto quello che preparo ,amore che si concretizza quando leggo la soddisfazione dei commensali....spero che dal mio tavolo questo amore possa giungere al vostro in una unica tavolata ideale di gusto, sapori ed emozioni.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

VOPE (BOGHE) IN AGRODOLCE

Palermo è una città marittima  e come tale il pesce fresco si trova con molta facilità , ma io non ho mai avuto una…
Polpette di sarde in agrodolce

POLPETTE DI SARDE IN AGRODOLCE

Le Polpette di sarde in agrodolce sono un antipasto tipico siciliano, che può essere consumato anche come secondo. Da preparare in anticipo e gustare…

Prodotti in evidenza

Crea la tua lista nozze

30 giorni gratuiti