L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Dolci e Desserts

STRUFFOLI

7 Febbraio 2018 - Visite (412)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    8
  • Cottura
  • Preparazione

Oggi prepareremo gli Struffoli, ricetta tipica del periodo di Carnevale! In altre parti di Italia questo dolce è conosciuto anche con il nome di Pignoccata, Pignolata, Cicerchiata.

Nel messinese si può trovare anche la variante ricoperta con la glassa al limone o al cioccolato

La dolcezza dell'impasto qui viene arricchita dal gusto del miele e dai decori.

La frittura è stata fatta partendo da olio freddo grazie al coperchio GIOTTO.

Cos'è il coperchio GIOTTO ?

Il coperchio GIOTTO è un coperchio 100% Made in Italy che consente di cucinare sfruttando l'umidità dei cibi che mantengono quindi inalterate le loro proprietà.

Friggere partendo da olio freddo, evita che l'olio raggiunga elevate temperature e quindi impedisce che si creino sostanze dannose per la nostra salute.

Inoltre il fritto verrà croccante e non unto.

Vi invito a commentare la mia ricetta per ulteriori informazioni o scrivermi a manu@cuordicucina.it

 

INGREDIENTI

500 gr Farina
5 Uova
75 gr Zucchero semolato
q.b. Buccia di limone grattugiata
75 gr Burro
30 gr Anice
8 gr Sale
1 Fialetta gusto arancia

PROCEDIMENTO

Ecco come preparare gli Struffoli :

Iniziamo versando nella ciotola della planetaria, la farina, le uova, lo zucchero, il burro , la buccia di limone grattugiata, la fialetta al gusto arancia e l'anice ( o altro liquore che preferite)

struffoli farina limone burro uova ingredienti

Avviare a velocità media e continuare quindi a lavorare finché non si sarà formato un impasto morbido.

Struffoli planetaria impasto

Ribaltare l'impasto sul piano di lavoro e fargli assumere la forma tondeggiante di un panetto.

Struffoli panetto dell'impasto su piano da lavoro

Avvolgere il panetto con la pellicola trasparente e mettere in frigo per 30 minuti.

Struffoli panetto dell'impasto su piano da lavoro ricoperto da pellicola

Trascorso il tempo, dividere l'impasto in panetti più piccoli.

struffoli panetti impasto

Ricavare delle striscioline e dividere le striscioline in pezzettini tipo palline della grandezza di circa un cm.

Struffoli strisce di impasto pronte da tagliare

Struffoli palline di impasto pronte da friggere

Cottura degli Struffoli con il metodo GIOTTO :

Nel Tegame GIOTTO versare dell'olio di arachide, non deve essere troppo abbondante ma deve riuscire a coprire le palline di impasto.

Struffoli cottura con olio da freddo con coperchio Giotto

Dopo aver messo dentro le palline di impasto, coprire con il coperchio GIOTTO e avviare la cottura a fiamma medio-alta.

Dopo circa 5 minuti dall'inizio dello sfrigolamento, possiamo spegnere la fiamma, attendere che finisca lo sfrigolio e sollevare il coperchio senza inclinarlo.

Struffoli frittura cottura con olio da freddo con coperchio Giotto

Con l'aiuto di una schiumarola, rimuovere gli Struffoli e adagiarli su un piatto.

Struffoli cotti nel piatto

Per continuare a friggerne altri, versare altre palline di impasto nell'olio, coprire nuovamente col coperchio e riaccendere la fiamma.

Decorazione e impiattamento degli Struffoli :

Dopo che avremo finito di friggere i  nostri struffoli, prendere una padella e versarvi il miele e farlo sciogliere a fuoco dolce.

Tuffare delicatamente gli struffoli all'interno della padella e mescolare per fare amalgamare bene.

Struffoli nel miele in padella

Versare gli struffoli all'interno di una ciotola e guarnire con gli zuccherini colorati a piacere.

Struffoli decorati con zuccherini

Buon appetito!

CONSIGLI DELLO CHEF

Se volete preparare altri dolci di Carnevale, qui su Cuor di Cucina trovate anche la ricetta delle Chiacchiere al profumo di arancia

Informazioni sull'autore

Pietro e Manu Zizzo
Le nostre terre di nascita Sicilia (Pietro) e Calabria (Manu) ci portano a confrontarci e a stimolarci a vicenda in cucina. Siamo una coppia affiatata, incuriosita dalle nostre tradizioni culinarie territoriali e non solo. Abbiamo una grande voglia di migliorare e di provare sempre nuove ricette e nuovi accostamenti di gusto.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

CHIACCHIERE AL PROFUMO DI ARANCIA

Le chiacchiere sono uno dei miei dolci preferiti. Li mangerei come patatine fritte. E' una delle prime cose preparate da bambina. Questa volta le…

BISCOTTI DI RISO CON FRUTTA

Mele, uva sultanina, scorza e succo d'arancia, fichi secchi, cioccolato al latte con le nocciole e la marmellata, sono gli ingredienti amalgamati alla farina…

Pubblicità

Ad