L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Salse/Condimenti

GELATINA AL VINO ROSSO

4 Luglio 2017 - Visite (480)

Condividi con:

  • Difficoltà
    Bassa
  • Costo
    Basso
  • Porzioni
    20
  • Cottura
  • Preparazione

Accompagnare le carni o i formaggi con gelatine e marmellate varie , è diventato quasi un cult, soprattutto nei posti di ristorazione e quando assaggi e ti piace ciò che il tuo palato sta gustando, ti piacerebbe  avere  a portata di mano  quegli ingredienti che non sempre è facile reperire, se non nei negozi specifici. Perchè non farceli da noi allora? Quando scoprì il libro di "marmellate e conserve" (che custodisco gelosamente), in realtà non scoprì solo tante pagine da sfogliare perchè ben illustrate, ma scoprì un vero mondo culinario e straordinario che mi face capire che fare in casa, ciò che spesso sembra fantascientifico, non solo è davvero semplice, ma anche poco costoso. Quante volte vi capita di avere del buon vino rosso che magari avete aperto per una cena tra amici, ma che non tutto è stato consumato e poi non sapete cosa farne se non siete dei grandi bevitori ?!?!?! Ecco, questo è proprio il mio caso. Avevo già letto la ricetta e mi ero promessa di realizzarla perchè mi intrigava tanto, ma poi, come spesso succede, accantono e dimentico. Non in questo caso però, quel vino avanzato, doveva essere valorizzato in qualche modo. Cosa farne allora, se non proprio quella bella gelatina che tanto mi attirava? Dopo averla realizzata e quindi testata con formaggi e carni, ragazzi........ confermo che non solo è attraente perchè fa chic la tavola, ma è davvero deliziosa e accompagna bene quei gusti a cui tanto siamo abituati, trasformandoli e rendendoli particolari e raffinati.

INGREDIENTI

1 kg Mele deliziose o rosse
2 Mele deliziose o rosse
q.b. Chiodi di garofano
500 ml Vino rosso
1 cucchiaio Succo di limone
q.b. Zucchero semolato
1 litri Acqua
q.b. Pepe

PROCEDIMENTO

Lavare le mele, tutte , e tagliarle in quarti compreso il torsolo. Metterle in un tegame e aggiungete i chiodi garofano (io messi in polvere a piacere, se volete potete usare quelli interi nella quantità di 4/5 ), il pepe e l'acqua

 

Portate a bollore, fiamma medio alta, poi abbassate e coprite. Lasciate cuocere per 40 minuti.

Prendete una garza sterile e trovate il modo di tenerla sospesa dentro un contenitore.
Io ho fatto così:
ho preso una pentola in acciaio ed ho messo dentro, un colapasta in plastica con i manici sporgenti e appoggiati sui bordi della pentola e lontani dai manici della stessa. Ho preso una garza sterile e l'ho legata sia ai manici del colapasta , che ai manici della pentola, in questo modo l'ho sospesa 😛

versare sulla garza le mele cotte con tutto il liquido di cottura e lasciare così , senza strizzare  e senza che il fondo della garza tocchi il liquido di cottura che cola, altrimenti la gelatina verrà opaca.

Coprite con un velo, sempre senza toccare la frutta e lasciate filtrare tutta la notte.

Dopo il filtraggio, eliminate la polpa rimasta nel saccheto (non strizzare) , attraverso un colino, filtrate il liquido in un boccale, così eventuali residui delle spezie restaranno separati dal liquido, aggiungete il vino al liquido di cottura delle mele e misurate il composto

 

 

Misurate il liquido totale ottenuto e versatelo in una larga pentola; ora per ogni 250 ml di liquido ottenuto, aggiungete 250 gr di zucchero e mettete sul fuoco a fiamma bassa, mescolando fino a far sciogliere tutto lo zucchero.

 

Aggiungete il succo di limone .....

Fate cuocere, per un tempo minimo di 40 minuti (ma anche fino ad 1 ora va bene, tutto dipende dalla potenza della fiamma in uso) , mescolando spesso e facendo bollire.
Nel frattempo avrete messo 2 piattini in freezer. Man mano che cuocete vi renderete conto che il liquido si restringe diventando gelatinoso, ma per testare il punto di addensamento, prendete un piattino dal freezer e versate sopra una striscetta di gelatina. Passate il dito; se nel percorso fa una pellicola e si aggrinza, allora ci siamo, altrimenti continuate la cottura e usate l'altro piattino

Finita la cottura, invasate la gelatina in barattoli sterili. Chiudete ermeticamente e capovolgete per 2/3 minuti. Fate completamente raffreddare ed etichettate.
Potete conservare in dispensa per diversi mesi, ma una volta aperto il barattolo conservate in frigo, non è necessario consumare in pochi giorni, ma lasciate in frigo. Una volta fredda la gelatina, si addenserà ulteriormente.

 

Dovrete ottenere un color rosso / bordeaux che alla luce risulterà trasparente

  

 

CONSIGLI DELLO CHEF

Davvero eccezionale per tutte le carni, per gli arrosti, i formaggi salati e piccanti, sul roast-beef, sui prosciutti , ma anche spalmato su pane croccante e crostini.

Food blogger

Ricette Cuor di cucina
Ricette Sfiziose, particolari e originali, vi basterà seguire i procedimenti indicati e realizzerete piatti davvero meravigliosi.

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Ricette correlate

SFRISCIULLO

INGREDIENTI PROCEDIMENTO CONSIGLI DELLO CHEF Date particolare attenzione al soffritto d’aglio, olio, prezzemolo e peperoncino tritato, bisogna non bruciarlo altrimenti si compromette il sapore

PESTO DI TENERUMI

I tenerumi sono le foglie delle zucchine c.d.  ” serpente” lunghe e con la buccia verde chiaro, molto diffuse in Sicilia. È una verdura…

GELATINA AL VINO ROSSO

Accompagnare le carni o i formaggi con gelatine e marmellate varie , è diventato quasi un cult, soprattutto nei posti di ristorazione e quando…

CONFETTURA DI GELSI NERI

Confettura che si presta benissimo per crostate, da spalmare sul  pane,  con brioche, ma anche tanto con i formaggi e come farcia per biscotti di vario…

Diventare Food Blogger non è mai stato così facile

PROMUOVI I TUOI PRODOTTI

Seguici anche su

Tante ricette ti aspettano