L’unico e vero Cuor di Cucina dal 2013 con voi

Rosticceria

PANINI ALL’OLIO DI BONCI

11 Gennaio 2017 - Visite (4362)

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
  • Difficoltà
    Media
  • Costo
    Medio
  • Porzioni
    20
  • Cottura
  • Preparazione

Vista la così tanta neve che c'è nel mio paese ieri ho deciso di impastare i panini all'olio con la ricetta di Gabriele Bonci, che ho incontrato qualche mese fa ad una sagra a Cancellara (PZ), dove oltre a farmi questa foto insieme

15895074_10205928888301878_7758669396371197584_n

ho potuto riassaggiare la sua fantastica pizza.

Questi PANINI ALL’OLIO di Bonci sono davvero profumati e semplici da fare in casa e il successo è assicurato. I panini all'olio di Bonci li ho preparati per la cena, ma sono ottimi sia per la merenda che per la colazione, perchè si possono farcire come più ci piace; sono ideali anche per un buffet di compleanno o da portare a scuola per colazione. I panini all'olio di Bonci sono deliziosi, hanno una una bella crosta croccante, una mollica morbida e profumata.

La ricetta dei panini all’olio di Bonci è di sicuro successo, bisogna solo avere pazienza per i tempi di lievitazione un tantino lunghi, ma sono davvero sicura che non vi deluderà!

INGREDIENTI

500 gr Farina manitoba
275 gr Acqua
35 gr Olio extravergine di oliva
10 gr Zucchero semolato
16 gr Sale
4 gr Lievito di birra

PROCEDIMENTO

Procedimento

Spezzettare in una ciotola il lievito di birra, unire 2 g di zucchero semolato (sottratto ai 10 g totali) e un poco di acqua tiepida (sottratta a quella totale), mescolare e lasciare così per 5' circa, fino a quando non si forma una 'schiuma'. Versare poi nella bowl della planetaria insieme alla manitoba e allo zucchero semolato restante.Versare anche la restante acqua e iniziare ad impastare, aggiungere poi il sale e l’olio a filo e continuare a impastare fino ad ottenere un impasto ben amalgamato e liscio.Coprire e lasciare lievitare per 4 ore, o fino al raddoppio del volume.

15977251_10205928827540359_8808644271987134729_n - Copia

Poi rovesciare l’impasto sul piano da lavoro infarinato e stendere l’impasto in una sfoglia non molto sottile. Ritagliare dei rettangoli,

15965827_10205928825780315_6846754124210235060_n - Copia

e arrotolare ogni rettangolo su se stesso formando  dei cilindri che posizionerete su una teglia da forno foderata con carta forno

15977941_10205928827300353_7679742861302554895_n 15966143_10205928827180350_3667520205349999717_n - Copia

15895135_10205928826260327_1376474161247375377_n - Copia15873469_10205928826900343_2360461050314318959_n - Copia

e lasciare lievitare ancora per un’ora.

Portare il forno a 250°C (statico), poi spruzzare leggermente la superficie dei panini all’olio di Bonci con acqua tiepida (per creare, durante la cottura la crosticina sottile, dorata e croccante).

Infornare e abbassare la temperatura del forno a 180°C. Cuocere i panini per circa 20 minuti, devono risultare ben dorati.

Far raffreddare i panini all'olio di Bonci su una gratella e conservarli in un luogo asciutto (se riuscite), noi li abbiamo divorati.

15977762_10205928824020271_724236820051428197_n - Copia 15977157_10205928824620286_8522767153669800766_n - Copia 15965248_10205928825180300_1778744124786350592_n - Copia 15941289_10205928823580260_984420676182914464_n - Copia 15894607_10205928824500283_3289269322157752247_n - Copia 15894540_10205928823900268_1166074319451681728_n - Copia

ecco l'interno

15941003_10205928822900243_3757013763431655923_n - Copia 15977859_10205928823140249_5830138939124112800_n - Copia

 

CONSIGLI DELLO CHEF

ottimi sia con salumi che con nutella o marmellata/confettura

Food blogger

Luisa Pontillo
Mi chiamo Luisa Pontillo e vivo a Grassano, un piccolo paese della Basilicata in provincia di Matera. Sono un’insegnante esperta di lingua inglese e mi occupo soprattutto di certificazioni linguistiche, ma sono anche moglie e mamma di Chiara, una ragazzina di 13 anni. Sono una camperista e amo viaggiare per conoscere e scoprire nuovi posti, dolci e piatti da poter poi riprovare e riproporre a casa e con gli amici. Sono sempre in movimento (non mi fermo mai) e soprattutto sempre pronta ad impastare. Il mio hobby? La pasticceria dolce e salata. Sin da bambina mi divertivo ad aiutare mia nonna materna (ora 95 anni) in pasticceria e questa passione non mi ha più abbandonata, anzi mi segue anche nella professione di insegnante; infatti ai miei studenti, a fine anno scolastico, propongo sempre una simulazione dell’English Tea time durante il quale ci cimentiamo nella preparazione di dolci tipici inglesi.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Condividi questa ricetta se ti è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricette correlate

SFINCIONE BAGHERESE CON TUMA E RICOTTA

Lo sfincione era un piatto tipico  tradizionale del periodo natalizio,( dal 07 dicembre vigilia della festa dell'Immacolta, dove era il piatto principale della tavola,…

FIORENTINA

Anche questa prelibatezza fa parte della Rosticceria Palermitana, sorella delle Ravazzate (l'impasto è uguale) con un interno di besciamelle prosciutto e mozzarella .

CALZONI RIPIENI

I CALZONI RIPIENI sono un'ottima idea per la cena, infatti li ho preparati per festeggiare l'8 marzo. I CALZONI RIPIENI sono dei fagottini rustici…

SFOGLIA PER RUSTICI

La sfoglia per poter preparare principalmente  le "Scacce" ma viene utilizzata anche per le "Impanate, Pastizza e Buccati" .

Diventare Food Blogger non è mai stato così facile

PROMUOVI I TUOI PRODOTTI

Seguici anche su

Tante ricette ti aspettano